Passa ai contenuti principali

TAR BOCCIA RICORSO DEL COMUNE CONTRO AMPLIAMENTO DISCARICA



(AGENPARL) - Guidonia, (Rm), 19 set - Il Tar del Lazio ha respinto la domanda di sospensione cautelare avanzata dal comune di Guidonia Montecelio contro la determinazione regionale che dava via libera ad un aumento di cubatura pari al 10% della discarica dell’Inviolata sita sul territorio cittadino. La decisione del Tribunale amministrativo del Lazio, nasce, scrivono i giudici nella ordinanza pubblicata oggi, dal fatto che la quantità dei rifiuti autorizzata e oggetto del ricorso depositato dal comune lo scorso 9 agosto, ma notificato già nelle settimane precedenti, risulta già integralmente sfruttata nella prima decade del mese di agosto> e che per ciò . Da qui infatti la decisione della Regione, lo scorso 13 agosto, successivamente al ricorso presentato dal comune, di emanare una ordinanza ad hoc di ampliamento della capacità ricettiva del sito, di fatto una proroga fino al 31 dicembre, per coprire l’intervallo di tempo fino alla costruzione di un impianto Tmb su di un’area prossima alla discarica. Il comune di Guidonia Montecelio aveva depositato il ricorso prima ossia che la Regione autorizzasse con una ordinanza contingibile e urgente a firma del vicepresidente della giunta Massimiliano Smeriglio, l’ampliamento del sito. E’ pacifico affermare che tutti i ricorsi “gemelli” non ancora discussi e presentati solo qualche giorno fa da associazioni e Comune di Fonte Nuova abbiano a loro volta esaurito i propri effetti alla luce del nuovo provvedimento regionale.



Il nostro ricorso non è gemello a nessuno, ha molta sostanza e contenuti diversi e non può essere paragonato a quelli dei comuni di Guidonia e Fonte Nuova.... non diamo nulla per scontato ... anzi....

Commenti

Post popolari in questo blog

PROGRAMMA PLURIENNALE DI PROMOZIONE ECONOMICA E SOCIALE DEL PARCO DELL'INVIOLATA

Ordinanza cautelare e decreto sequestro

SABATO 11 GENNAIO 2014       ordinanza cautelare e decreto sequestro. rifiuti Roma Latina 1a parte Cerroni Landi Rando Sicignano Fegatelli De Filippis Giovannetti   N. 7449/2008 R.G.N.R. N. 13928/2008 R.G.GIP T R I B U N A L E O R D I N A R I O D I R O M A   SEZIONE DEI GIUDICI PER LE INDAGINI PRELIMINARI - UFFICIO 5° (tel. 0638792047 – fax 0638792548) ORDINANZA APPLICATIVA DI MISURE CAUTELARI PERSONALI   E DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO - art. 272 e seg., 321 c.p.p. -    Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale Ordinario di Roma, ufficio 5°, dott. Massimo Battistini, letti gli atti del procedimento penale recante i numeri suindicati nei confronti di:   1. 1. CERRONI Manlio nato il 18 novembre 1926 a Pisoniano (RM) , ivi anagraficamente residente in via Colle n. 42, residente di fatto in Roma, Piazzale Roberto Schuman n. 29, elettivamente domiciliato presso   l’avv. Giorgio Martellino con studio in Rom

I PROBLEMI DI MARCO SIMONE

RACCOLTE DI FIRME FINITE NEL DIMENTICATOIO: A MARCO SIMONE CHIEDONO SOLUZIONI PER TROPPI E GRAVI DISSERVIZI di Simona Boenzi Allagamenti, fogne che straripano, segnaletiche inesistenti, mezzi per il trasporto pubblico e scolastico che funzionano a metà, dossi e messa in sicurezza delle vie, marciapiedi che restano nei sogni dei residenti, scuole, parchi pubblici. Un elenco di disservizi lungo così solo per una circoscrizione che fa parte del comune di Guidonia Montecelio, terzo nel Lazio: Marco Simone. Un elenco di richieste e petizioni raccolte, indirizzate ai settori preposti, protocollate e finite nel dimenticatoio di qualche cassetto negli uffici comunali. Per l'ennesima volta i cittadini si ritrovano e ricominciano ad esporre tutto quello che non va. Lo hanno fatto anche stamattina a via Polibio, nel parco che loro stessi curano, una piccola isola "verde" per anziani e bambini e per incontrarsi e discutere. Ciò che preoccupa maggiormente è l'arr