Passa ai contenuti principali

I QUESITI DEL CRA AI CANDIDATI ALLA REGIONE LAZIO


Il CRA invita tutti i candidati alle elezioni regionali a farci sapere la loro posizione in merito ai seguenti quesiti:

1 Lei è favorevole o contrario ad eventuali richieste di nuovi invasi all'lnviolata?

2 Lei è favorevole o contrario alla costruzione di un impianto di trattamento meccanico biologico nel Comune di Guidonia Montecelio ?

3 Lei favorevole al recupero del settore idrotermale attualmente, depresso a causa del fenomeno delle subsidenze, anche ponendo un freno alle attività estrattive del travertino romano ?

4 Lei è favorevole o contrario all'attuazione del piano di risanamento della qualità dell'aria nel Comune di Guidonia Montecelio ?

5 Rifiuti. Lei ritiene che si debba spingere la raccolta differenziata fino ai massimi estremi ed evitare comunque I'incenerimento dei suoi residui o derivati, oppure ritiene che I'incenerimento anche parziale sia necessario?

6 Lei è favorevole o contrario all'incenerimento di derivati dai rifiuti nei cementifici ?

7 Lei si impegnerà affinché il Parco Naturale dell'lnviolata torni ad essere un patrimonio per i cittadini e la cultura ?

8 Lei si impegnerà nel mantenere l'acqua pubblica, a risolvere il problema dell'arsenico, a seguire il problema delle falde inquinate ?

9 Lei si impegnerà ad inserire nuovi collegamenti pubblici tra Guidonia e Roma per favorire gli spostamenti dei pendolari verso una mobilità sostenibile ?

10 Lei si impegnerà a ridurre il consumo del territorio e la cementificazione sfrenata ?

11 Lei è favorevole ad avere un polo sanitario nel territorio di Guidonia che sia in grado di gestire le emergenze ?

12 Lei è favorevole agli impianti industriali ad alto impatto ambientale nel nostro territorio e confinanti (es. BASF, Buzzi Unicem, Trelleborg etc)

PER LE RISPOSTE INVIARE ALL’INDIRIZZO cra@aniene.net


INVIO LE RISPOSTE AL QUESTIONARIO CONSEGNATOMI MARTEDI' 19 FEBBRAIO ALL'ASSEMBLEA TENUTASI c/o LA SALA CONSIGLIO DI GUIDONIA.

1    Lei è favorevole o contrario ad eventuali richieste di nuovi invasi all'lnviolata ?
R   Assolutamente contrario. In considerazione della pressione ambientale esercitata dalla discarica negli ultimi decenni - come dimostrano, tra l’altro, i fenomeni di contaminazione della falda acquifera - è quanto mai necessario concludere in maniera definitiva qualsiasi attività di trattamento rifiuti e ripristinare il perimetro originario del Parco Naturale-Archeologico, ricomprendendo al suo interno l’area occupata dalla discarica, valutando con attenzione la necessità di procedere, oltre agli interventi previsti dalla legge per la gestione post-operativa, alla bonifica del sito. 

2    Lei è favorevole o contrario alla costruzione di un impianto di trattamento meccanico biologico nel Comune di Guidonia Montecelio ?
R   Contrario (vd. risposta n. 1).

3    Lei favorevole al recupero del settore idrotermale attualmente, depresso a causa del fenomeno delle subsidenze, anche ponendo un freno alle attività estrattive del travertino romano ?
R   Tendenzialmente favorevole, anche se la questione merita un approfondimento che al momento non mi è possibile. La tutela idrogeologica, anche per gli aspetti correlati alla sicurezza, richiede un’attenzione prioritaria. Ritengo quindi che sia necessario verificare anche la compatibilità della sola attività idrotermale, riducendo o fermando le attività estrattive, con l’assetto idrogeologico dell’area.

4    Lei è favorevole o contrario all'attuazione del piano di risanamento della qualità dell'aria nel Comune di Guidonia Montecelio ?
R   Favorevole. Le Norme di Attuazione del Piano di Risanamento della Qualità dell’Aria devono trovare integrale applicazione su tutto il territorio regionale. In particolare, per gli impianti industriali non sono ammissibili deroghe o “interpretazioni” del testo approvato dal consiglio regionale che escludano taluni impianti dalla applicazione delle Norme di Attuazione.

5      Rifiuti. Lei ritiene che si debba spingere la raccolta differenziata fino ai massimi estremi ed evitare comunque I'incenerimento dei suoi residui o derivati, oppure ritiene che I'incenerimento anche parziale sia necessario?
R    L’incenerimento (sotto tutti i vari pseudonimi, più o meno ridicoli o offensivi dell’intelligenza altrui, come “termovalorizzazione” o “gassificazione” e simili) dei rifiuti (anche qui più o meno ignobilmente camuffati da “ecoballe”, CDR, CDR di “Qualità” o CSS) è dannoso dal punto di vista sanitario e ambientale e la sua applicazione, anche parziale o residuale rispetto ai sistemi di raccolta, non può essere considerata necessaria e deve, anzi, essere esclusa. Anche dal punto di vista economico, l’incenerimento è con tutta evidenza un’attività insensata, resa possibile, ad esclusivo vantaggio di pochi, con il ricorso a finanziamenti pubblici, secondo una pratica indecente che deve essere definitivamente estirpata dal nostro Paese. La nostra proposta è incentrata sul recupero dei materiali e non sul presunto recupero di energia dai cosiddetti “rifiuti” e, in quest’ottica, la raccolta differenziata del tipo “porta a porta”, unitamente alla riduzione della produzione di rifiuti, all’incentivazione del riutilizzo e alla realizzazione di un sistema di impianti per il compostaggio della frazione organica e il recupero dei materiali da avviare a riciclo, è un elemento essenziale da applicare, quale unico sistema di raccolta in tutti i comuni del Lazio.
La scheda completa sul tema dei rifiuti è consultabile qui:
http://www.bonessio.it/wp-content/uploads/2013/02/Programma-Regionali-Nando-BONESSIO-Scheda-RIFIUTI.pdf
6    Lei è favorevole o contrario all'incenerimento di derivati dai rifiuti nei cementifici ?
R    Assolutamente contrario (vd. risposta n. 5).

7    Lei si impegnerà affinché il Parco Naturale dell'lnviolata torni ad essere un patrimonio per i cittadini e la cultura ?
R    Confermo (vd. risposta n. 1) il mio impegno per la tutela e la conservazione del bene comune rappresentato dal Parco Naturale-Archeologico, promovendone l’importanza come luogo di crescita sociale e culturale.
La scheda completa sul tema dei parchi è consultabile qui:
http://www.bonessio.it/wp-content/uploads/2013/01/Aree-naturali-e-protette.pdf
8    Lei si impegnerà nel mantenere l'acqua pubblica, a risolvere il problema dell'arsenico, a seguire il problema delle falde inquinate ?
R    Mi impegno a mantenere l’acqua pubblica e a sostenere l’approvazione della Legge Regionale per la ripubblicizzazione delle gestioni del servizio idrico in tutto o in parte affidate ai privati. Sosterrò la necessità di un finanziamento immediato di un piano regionale per la dearsenificazione dell'acqua consumata ad uso potabile e/o alimentare. Mi impegno a seguire con attenzione i fenomeni di inquinamento delle falde e a promuovere le necessarie azioni di bonifica e ripristino.

9    Lei si impegnerà ad inserire nuovi collegamenti pubblici tra Guidonia e Roma per favorire gli spostamenti dei pendolari verso una mobilità sostenibile ?
R    Mi impegno per una mobilità sostenibile, per il rilancio del TPL (trasporto pubblico locale) e l'unificazione del sistema intermodale (Gomma Ferro) per la realizzazione dell’azienda unica regionale. Mi impegno per l’ncremento di linee di ”trasporto collettivo su ferro” a utilizzo dei pendolari con interventi strutturali e integrativi per contrastare il perenne stato di saturazione delle grandi arterie sui cui circolano i mezzi di trasporto su gomma e per la revisione complessiva delle reti di trasporto. Mi impegno per la cancellazione delle Grandi opere inutili nel Lazio come il Raddoppio dell'aeroporto di Fiumicino, l'autostrada Roma-Latina e il Raccordo anulare bis.

10    Lei si impegnerà a ridurre il consumo del territorio e la cementificazione sfrenata ?
R    Mi impegno affinché nel Lazio si persegua e si realizzi lo “Stop  al consumo di territorio”. Il risanamento, il restauro, la ristrutturazione edilizia e urbanistica di aree dismesse, di zone urbanizzate frutto di una falsa programmazione dissennata e/o in cattivo stato di conservazione, la messa in sicurezza degli immobili dal punto di vista del rischio idrogeologico e di quello sismico, rappresentano un’opportunità dal punto di vista economico seria e alternativa rispetto all’aggressione delle aree non edificate che finora, in Italia e in particolare nella nostra regione, continua a vantaggio dei soliti speculatori.
La scheda completa sul tema dell’urbanistica è consultabile qui:
http://www.bonessio.it/wp-content/uploads/2013/01/Scheda-Urbanistica.pdf
11  Lei è favorevole ad avere un polo sanitario nel territorio di Guidonia che sia in grado di gestire le emergenze ?
R   Favorevole, fermo restando che per questo tipo di intervento come per gli altri necessari sul territorio regionale bisogna prima di tutto concludere l’esperienza del commissariamento,  rivelatasi fallimentare, restituendo alla regione la piena sovranità sulla politica d’investimento e di organizzazione dei servizi.

12   Lei è favorevole agli impianti industriali ad alto impatto ambientale nel nostro territorio e confinanti (es. BASF, Buzzi Unicem, Trelleborg etc)
R   La presenza contemporanea e pluridecennale di impianti industriali ad elevato impatto ambientale costituisce, nel territorio di Guidonia come in altre realtà del Lazio (si pensi a Civitavecchia, a Colleferro o alla Valle Galeria), un fattore di rischio ormai inaccettabile per le popolazioni e generato da scelte sbagliate frutto di una visione miope. Credo che sia necessario, in primo luogo, evitare qualsiasi ampliamento degli stabilimenti, della loro capacità o qualsiasi modifica al ciclo produttivo che preveda l’utilizzo di combustibili fossili o derivati dai rifiuti. Allo stesso tempo, è necessario procedere ad una seria programmazione che veda coincidere il rigoroso rispetto delle migliori tecniche disponibili e dei limiti di emissione ad esse associati – senza alcuna possibilità di deroga – con un piano per la tutela dell’occupazione attraverso la creazione di nuove e diverse opportunità da concretizzarsi al momento della cessazione delle attività produttive, termine che deve essere fissato nel riesame o nelle procedure di rinnovo delle autorizzazioni in essere.


F.To Nando BONESSIO 3289883564 Capolista RIVOLUZIONE CIVILE-INGROIA alla Regione Lazio

Commenti

Post popolari in questo blog

Ordinanza cautelare e decreto sequestro

SABATO 11 GENNAIO 2014       ordinanza cautelare e decreto sequestro. rifiuti Roma Latina 1a parte Cerroni Landi Rando Sicignano Fegatelli De Filippis Giovannetti   N. 7449/2008 R.G.N.R. N. 13928/2008 R.G.GIP T R I B U N A L E O R D I N A R I O D I R O M A   SEZIONE DEI GIUDICI PER LE INDAGINI PRELIMINARI - UFFICIO 5° (tel. 0638792047 – fax 0638792548) ORDINANZA APPLICATIVA DI MISURE CAUTELARI PERSONALI   E DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO - art. 272 e seg., 321 c.p.p. -    Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale Ordinario di Roma, ufficio 5°, dott. Massimo Battistini, letti gli atti del procedimento penale recante i numeri suindicati nei confronti di:   1. 1. CERRONI Manlio nato il 18 novembre 1926 a Pisoniano (RM) , ivi anagraficamente residente in via Colle n. 42, residente di fatto in Roma, Piazzale Roberto Schuman n. 29, elettivamente domiciliato presso   l’avv. Giorgio Martellino con studio in Rom

I PROBLEMI DI MARCO SIMONE

RACCOLTE DI FIRME FINITE NEL DIMENTICATOIO: A MARCO SIMONE CHIEDONO SOLUZIONI PER TROPPI E GRAVI DISSERVIZI di Simona Boenzi Allagamenti, fogne che straripano, segnaletiche inesistenti, mezzi per il trasporto pubblico e scolastico che funzionano a metà, dossi e messa in sicurezza delle vie, marciapiedi che restano nei sogni dei residenti, scuole, parchi pubblici. Un elenco di disservizi lungo così solo per una circoscrizione che fa parte del comune di Guidonia Montecelio, terzo nel Lazio: Marco Simone. Un elenco di richieste e petizioni raccolte, indirizzate ai settori preposti, protocollate e finite nel dimenticatoio di qualche cassetto negli uffici comunali. Per l'ennesima volta i cittadini si ritrovano e ricominciano ad esporre tutto quello che non va. Lo hanno fatto anche stamattina a via Polibio, nel parco che loro stessi curano, una piccola isola "verde" per anziani e bambini e per incontrarsi e discutere. Ciò che preoccupa maggiormente è l'arr

Analisi ARPA Lazio sulla falda inquinata all'Inviolata di Guidonia

La situazione, dopo oltre sette anni di interventi è lontana dall'essere risolta, anche a causa di ritardi ed omissioni da parte dei vari soggetti istituzionali coinvolti. Leggi qui il comunicato:  http://www.aniene.net/ scarica/2019/ 2019-02-20_Comstampa-analis i-acque-falda-arpa.pdf