Passa ai contenuti principali

BANDO ASSISTENZA DOMICILIARE DISABILI


Allegato “A”
Alla D.D. n. 376 del 11/12/2012

CITTA’ DI GUIDONIA MONTECELIO
PROVINCIA DI ROMA
AREA V - POLITICHE SOCIALI E SANITA’,
U.O. POLITICHE SOCIALI E SANITA’
BANDO DI GARA
DISCIPLINARE DI GARA
CAPITOLATO TECNICO
CAPITOLATO SPECIALE
Procedura aperta ad evidenza pubblica per l’affidamento del servizio distrettuale di “Assistenza Domiciliare per soggetti disabili” residenti nei Comuni di Guidonia Montecelio, Marcellina, Monteflavio, Montelibretti, Montorio Romano, Moricone, Nerola, Palombara Sabina e Sant’Angelo Romano in qualità di Enti aderenti all’Accordo di Programma per l’integrazione dei servizi socio – sanitari in collaborazione con la A.U.S.L. RMG 2.
Durata: 12 mesi
Importo: € 305.785,12 (Iva esclusa)
Scadenza di presentazione delle offerte: entro le ore 12.00 del 21.01.2013
Codice Identificativo di Gara (CIG): 4775870499
In esecuzione della D. D. del Dirigente Area V - Politiche Sociali e sanità, U.O. Politiche sociali e sanità n. 376 del 11/12/2012 il Comune di Guidonia Montecelio in qualità di Ente capofila del Distretto Socio-Sanitario RM G2, intende procedere alla gara d’appalto per l’affidamento del servizio distrettuale di
“ASSISTENZA DOMICILIARE PER SOGGETTI DISABILI”
Il presente appalto, ai sensi dell’art. 20 del D.Lgs. 163/2006 non è soggetto alla disciplina del Codice in quanto trattasi di servizi rientranti tra quelli esclusi di cui all’allegato II B dello stesso. Pertanto il codice potrà essere applicato alla presente procedura solo in virtù di un espresso richiamo contenuto nel bando di gara, nel disciplinare di gara e/o nel capitolato speciale d’appalto.
BANDO DI GARA
1. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE
Città di Guidonia Montecelio – Area V - Politiche Sociali e sanità, U.O. Politiche sociali e sanità in qualità di Ente capofila del Distretto Socio-Sanitario RM G2.
2. OGGETTO DELL’APPALTO
a) Descrizione del servizio: servizio di “Assistenza Domiciliare per soggetti disabili” residenti nei Comuni di Guidonia Montecelio, Marcellina, Monteflavio, Montelibretti, Montorio Romano, Moricone, Nerola, Palombara Sabina e Sant’Angelo Romano in qualità di Enti aderenti all’Accordo di Programma per l’integrazione dei servizi socio – sanitari in collaborazione con la A.U.S.L. RMG 2. Allegato II B del D.Lgs. 163/2006- categoria 25 “Servizi Sanitari e Sociali”.
b) Luogo di svolgimento: il servizio dovrà essere svolto nel territorio del Distretto Sanitario RMG2 comprendente i Comuni di Guidonia Montecelio, Marcellina, Monteflavio, Montelibretti, Montorio Romano, Moricone, Nerola, Palombara Sabina, Sant’Angelo Romano, con un coordinamento centrale sul territorio del Comune di Guidonia Montecelio.
c) Importo e durata: l’importo totale dell’appalto è di € 305.785,12 (iva esclusa) per una durata di 12 mesi a partire dalla data di sottoscrizione del contratto disciplinante il servizio.
L’amministrazione si riserva altresì la possibilità di affidare allo stesso prestatore di servizi la ripetizione di servizi analoghi a quelli dalla presente gara e di analogo importo ai sensi dell’art. 57, comma 5, lett. b) del D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii.. Resta impregiudicata per l’Amministrazione la facoltà di revocare o annullare il presente bando; di sospendere, interrompere e/o modificare la presente procedura in qualsiasi momento, in ragione di esigenze attualmente non valutabili né prevedibili, ovvero qualora intervenissero modifiche nella normativa di riferimento, tali da incidere su elementi essenziali del presente appalto. In tal caso l’Amministrazione provvederà a dare formale comunicazione mediante avviso pubblico.
3. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA
Possono partecipare alla gara cooperative sociali, consorzi di cooperative e imprese, anche in forma associata operanti nel settore dei servizi alla persona, che siano iscritte alla C.C.I.A.A. per l’attività oggetto dell’appalto.
Nel caso di Consorzi è fatto divieto alle imprese consorziate, per le quali il Consorzio concorre, di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma.
4. PROCEDURA DI GARA
Procedura ad evidenza pubblica aperta ai sensi degli artt. 3 e 55 del D.Lgs. 163/2006.
5. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE
L’appalto sarà aggiudicato secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa applicato valutando le offerte in base ai seguenti elementi:
 Capacità Gestionale
 Capacità Tecnica
 Offerta Economica
Si procederà all’aggiudicazione dell’appalto anche in presenza di una sola offerta purchè valida ed idonea. L’amministrazione si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di non procedere all’aggiudicazione qualora le offerte non siano reputate confacenti al servizio da svolgere o qualora i fondi previsti per l’appalto non si rendessero effettivamente disponibili. L’aggiudicazione è impegnativa per l’impresa aggiudicataria ma non per l’Amministrazione fino a quando non saranno perfezionati tutti gli atti in conformità con le vigenti disposizioni.
I partecipanti saranno comunque vincolati alla loro offerta per un periodo di 6 mesi dal termine ultimo di scadenza per la ricezione delle offerte.
6. PARTECIPAZIONE ALLA GARA
Le offerte dovranno, a pena di esclusione, essere presentate secondo le seguenti prescrizioni:
 essere tassativamente redatte secondo le modalità e condizioni specificamente indicate nel “Disciplinare di gara”;
 essere collazionate secondo le modalità e condizioni specificamente indicate nel “Disciplinare di gara” .
 contenere la documentazione richiesta nel “Disciplinare di Gara”
7. CAUZIONE
L’offerta dovrà essere corredata da cauzione provvisoria pari al 2% della base d’asta secondo le modalità di presentazione di cui alla sezione 7 del Disciplinare di Gara.
8. PRIVACY
I dati forniti dai concorrenti sono raccolti e trattati esclusivamente per lo svolgimento della procedura di gara e dell’eventuale successiva stipula e gestione del contratto.
Il conferimento di tali dati, compresi quelli “giudiziari”, ai sensi dell’art. 4, comma 1, lettera e) del Lgs. n. 196/2003, ha natura obbligatoria, connessa all’adempimento di obblighi di legge, regolamenti e normative comunitarie in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.
Il trattamento dei dati avverrà con l’ausilio di supporti cartacei, informatici e telematici, secondo i principi indicati all’art. 11 comma 1, del citato Decreto Legislativo.
Il Titolare e Responsabile del trattamento dei dati personali è il Dirigente il Settore Politiche Sociali e Sanità.
9. PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE
A pena di esclusione, le offerte dovranno pervenire mediante servizio postale o a mezzo di Agenzia di recapito autorizzata o a mano, entro il termine 21..01.2013 ore 12.00 , al Comune di Guidonia Montecelio- Settore Politiche Sociali e Sanità – Via Numa Pompilio, 37/39 – 00012 Guidonia Montecelio (RM). In caso di recapito a mano o a mezzo di Agenzia autorizzata, il plico dovrà essere consegnato all’Ufficio Protocollo del Comune di Guidonia Montecelio – P.zza Matteotti 20, aperto secondo il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e il martedì e giovedì anche dalle ore 15.00 alle 17.00, sabato escluso.
10. ULTERIORI INFORMAZIONI
Il Codice Identificativo Gara (CIG) : 4775870499
Si ricorda che in base all’art. 1, commi 65-67 della Legge n. 266/2005 ed alla successiva deliberazione dell’ “Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture” 24 gennaio 2008, la presente procedura è soggetta al pagamento del contributo alla medesima Autorità. Il versamento della contribuzione andrà effettuato secondo le istruzioni operative presenti sul sito dell’Autorità al seguente indirizzo: http://www.avcp.it/riscossioni2008.html.
La mancata dimostrazione dell’avvenuto versamento della somma dovuta all’Autorità è causa di esclusione dalla procedura di gara.
Per informazioni sul presente bando ci si può rivolgere all’Ufficio del Coordinatore del Piano di Zona, Dr. Mauro Masciarelli, tel. 0774- 301417 Fax 0774-301441 nei giorni ed orari di ricevimento del pubblico (il Lunedì dalle 9.00 alle 12.30 ed il Giovedì dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00). Tutta la documentazione relativa alla presente gara è in visione e in distribuzione presso l’Ufficio di Piano nei suddetti giorni ed orari di ricevimento del pubblico, o può essere scaricata sul sito internet www.guidonia.org oppure www.pianodizonarmg2.it , nonchè richiesta all’indirizzo e-mail pianodizona.rmg2@libero.it .
DISCIPLINARE DI GARA
SEZIONE 1: MODALITA’ DI REDAZIONE E COLLAZIONE DELL'OFFERTA TECNICO-ECONOMICA
(PLICHI “A” e “B”)
A pena di esclusione dalla gara, l'offerta dovrà rispettare quanto segue:
1.1. - dovrà essere redatta su carta legale ed in lingua italiana;
1.2.- tutti i documenti che la compongono dovranno essere datati e firmati in modo chiaro e leggibile dal rappresentante legale dell’organismo partecipante.
1.3- l’offerta tecnica dovrà essere racchiusa in propria busta, debitamente sigillata con ceralacca su tutti i lembi di chiusura anche quelli eventualmente preincollati dal costruttore ovvero con nastro adesivo applicato e controfirmato sui medesimi lembi, riportante al suo esterno l'indicazione del concorrente e la dicitura PLICO A- “Offerta Tecnica” e dovrà contenere:
▪ al fine della valutazione della capacità gestionale
a. Progetto di gestione del servizio
b. Elenco del personale che si intende impiegare nel servizio con l’indicazione delle relative qualifiche professionali
c. Risorse strumentali destinate al servizio
▪ al fine della valutazione della capacità tecnica
a. curriculum dell’impresa
b. elenco dei servizi identici svolti in convenzione con la P.A. nel triennio 2009-2010-2011 con le informazioni relative alla data di inizio e di scadenza dell’appalto, valore dell’appalto (IVA esclusa), ente appaltante.
c. elenco dei servizi analoghi in convenzione con la P.A. nel triennio 2009-2010-2011 con le informazioni relative alla data di inizio e di scadenza dell’appalto, valore dell’appalto (IVA esclusa), ente appaltante.
Non saranno presi in considerazione per l’attribuzione dei punteggi i servizi, presenti nell’elenco, carenti o mancanti anche di una delle suddette informazioni.
- solo in caso di associazione temporanea di imprese non ancora formalmente costituita l'offerta, redatta in conformità ai princìpi sopra richiamati, dovrà essere firmata dal titolare o legale rappresentante di ciascun soggetto costituente il raggruppamento medesimo;
1.4. l’offerta economica dovrà essere racchiusa in propria busta, debitamente sigillata con ceralacca sui lembi di chiusura anche quelli eventualmente preincollati dal costruttore ovvero con nastro adesivo applicato e controfirmato sui medesimi lembi, riportante al suo esterno l'indicazione del concorrente e la dicitura “PLICO B- Offerta Economica” e dovrà contenere:
▪ l'indicazione del prezzo complessivo offerto, espresso in cifre ed in lettere, al netto dell’IVA;
▪ l’aliquota d’iva applicata;
▪ il numero complessivo di ore di servizio,specificando il numero di quelle di assistenza diretta all’utenza;
▪ indicazione del prezzo medio orario corrispondente al netto di IVA.
Nel caso di discordanza tra il prezzo espresso in cifre e quello espresso in lettere sarà considerata la cifra espressa in lettere.
▪ la dichiarazione che il concorrente esplicitamente accetta e si impegna a rispettare tutti gli oneri e le clausole previste dal capitolato speciale d’appalto, anche ai sensi di quanto previsto dall'art. 1341 del Codice Civile;
▪ la dichiarazione che il concorrente ha valutato tutte le circostanze che hanno portato alla determinazione del prezzo ed alle condizioni contrattuali che possano influire sull’esecuzione del servizio, inclusi i costi relativi alla sicurezza afferenti l’esercizio dell’attività di cui al presente bando.
▪ la dichiarazione di considerare i prezzi medesimi, nel loro complesso congrui e remunerativi e tali, quindi, da consentire la propria offerta.
1.4.1.- non dovrà contenere proposte in aumento e/o condizionate;
1.4.2.- solo in caso di associazione temporanea di imprese non ancora formalmente costituita l'offerta, redatta in conformità ai princìpi sopra richiamati, dovrà:
- essere firmata dal titolare o legale rappresentante di ciascun soggetto costituente il raggruppamento medesimo;
- dovrà altresì specificare le parti del servizio che saranno eseguite dalle singole imprese;
- dovrà altresì contenere l'impegno che, in caso di aggiudicazione dell'appalto, le stesse imprese si conformeranno alla disciplina prevista dall'art. 37 del Decreto Legislativo n. 163/2006.
SEZIONE 2: CERTIFICAZIONI E DICHIARAZIONI A CORREDO DELL’OFFERTA (PLICO “C” – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA)
2.1. Dovranno essere tassativamente prodotte, a pena di esclusione, le seguenti certificazioni e dichiarazioni:
A) certificato rilasciato ai sensi dell’art.7 del D.P.R. 7.12.95 n.581 della C.C.I.A.A. - Ufficio Registro delle Imprese - Sezione Ordinaria/ Sezione Speciale della Provincia ove ha sede legale l’Impresa dal quale risulti:
1)l'iscrizione presso l’Ufficio del Registro medesimo;
2)la denominazione dell’Impresa;
3) l’iscrizione per l’attività oggetto della gara;
4)l’indicazione del titolare e/o legale/i rappresentante/i dell’Impresa;
5)che l’impresa si trovi nel pieno e libero esercizio di tutti i suoi diritti e non si trovi pertanto in stato di liquidazione, fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o cessazione di attività;
6)l’inesistenza di una delle cause di decadenza, di divieto, e di sospensione di cui all’art.10 della legge 31 maggio 1965 n. 575 e successive modificazioni.
B) dichiarazione di non trovarsi in alcuna delle condizioni di esclusione di cui all’art. 38 del D.Lgs. 163/2006;
C) dichiarazione che alla gara non concorrono singolarmente, o in raggruppamento, società e imprese nei confronti delle quali sussistono rapporti di collegamento e controllo determinati in base ai criteri di cui all’art. 2359 del Cod. Civile e che i concorrenti non sono coinvolti in situazioni lesive dalla par condicio tra i concorrenti medesimi e/o lesive della segretezza dell’offerta;
D) dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di regolarità contributiva che dovrà essere effettuata utilizzando esclusivamente il fac-simile allegato al bando;
E) dichiarazione di essere in regola con il disposto di cui all’art.9 Legge 125/91 relativo alla situazione del personale maschile e femminile in organico;
F) dichiarazione di non assoggettabilità agli obblighi di assunzione di cui alla legge 12 marzo 1999 n. 68, ovvero -in caso di assoggettabilità - dichiarazione di essere in regola con dette disposizioni;
G) solo in caso di costituenda associazione temporanea di imprese: dichiarazione di impegno di ciascuna impresa a costituire l'associazione medesima con l'indicazione dell'impresa che sarà designata quale capofila e delle parti del servizio/fornitura svolta da ciascun componente il costituendo raggruppamento;
H) solo in caso di associazione temporanea di imprese già formalmente costituita: mandato speciale con rappresentanza nelle forme di legge con l’indicazione delle parti della fornitura svolta da ciascun componente il raggruppamento;
Per comprovare la capacità economica e finanziaria:
I)dichiarazione che l’impresa ha realizzato negli ultimi tre esercizi 2009-2010-2011 un fatturato globale non inferiore ad € 577.690,86;
L) dichiarazione che l’importo del fatturato dell’impresa per servizi nel settore oggetto della gara, realizzato negli ultimi tre esercizi 2009-2010-2011 non è inferiore ad € 385.127,24;
M) idonee referenze bancarie attestanti la solidità finanziaria ed economica dell’Impresa rilasciate da almeno due istituti di credito.
Per comprovare la capacità tecnica:
N) dichiarazione relativa alla capacità tecnica dell’impresa contenente l’elenco dei servizi prestati negli anni 2009-2010-2011.
2.2. In caso di partecipazione di associazioni temporanee di impresa o di Consorzi i documenti e/o dichiarazioni di cui al punto A), B), C), D), E), F), G), M) e N) devono essere presentati da ciascuna impresa consorziata o associata.
2.3In caso di partecipazione di associazioni temporanee di impresa o di Consorzi i requisiti richiesti nei punti I) ed L) si intendono cumulabili, ma l’impresa mandataria deve concorrere al loro raggiungimento in misura non inferiore al 40% mentre la/e impresa/e Mandante/i deve/ono concorrere ciascuna nella misura minima del 10% . Ferme le suddette percentuali minime, la capofila – a pena di esclusione - dovrà concorrere in misura maggioritaria rispetto alla/e mandante/i ed il raggruppamento nella sua globalità, dovrà raggiungere il 100% dei requisiti.
2.4. Dovranno essere inoltre presentati:
- attestazione di avvenuto versamento del contributo dovuto all’ “Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture” in originale ovvero in copia fotostatica riportante la attestazione "conforme all'originale" sottoscritta dal dichiarante e corredata da copia fotostatica del documento di identità del medesimo in corso di validità.
- cauzione provvisoria pari al 2% del prezzo a base d’asta nelle modalità indicate nella successiva Sezione 7.
Nel caso i concorrenti risultino carenti dei requisiti di carattere economico e finanziario richiesti , di cui alla lett. I), L)
ed M) del precedente punto 2.1., e vogliano avvalersi dell’istituto dell’avvalimento dovranno presentare la documentazione prevista dall’art. 49, comma 2 del D.Lgs. 163/2006, rispettando scrupolosamente le prescrizioni di cui ai commi successivi del medesimo articolo.
SEZIONE 3 - MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE CERTIFICAZIONI E DICHIARAZIONI DI CUI ALLA SEZIONE 2
Le documentazione di cui alla precedente Sezione 2 dovrà essere racchiusa in propria busta, debitamente sigillata con ceralacca su tutti i lembi di chiusura anche quelli eventualmente preincollati dal costruttore ovvero con nastro adesivo applicato e controfirmato sui medesimi lembi, riportante al suo esterno l'indicazione del concorrente e la dicitura “PLICO C- Documentazione Amministrativa”.
A pena di esclusione dalla gara, in conformità alle disposizioni del D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445, la documentazione richiesta per la partecipazione di cui all’articolo precedente, dovrà essere prodotta secondo quanto sotto indicato: il certificato di cui al punto A) deve essere di data non anteriore a 6 mesi rispetto a quella di scadenza per la presentazione delle offerte, deve essere prodotto in originale, ovvero in copia fotostatica riportante la attestazione "conforme all'originale" sottoscritta dal dichiarante e corredata da copia fotostatica del documento di identità del medesimo in corso di validità. Il certificato, ove non comprensivo delle informazioni indicate al punto A) sub 4), dovrà essere integrato da un certificato rilasciato dalla Cancelleria del Tribunale - Sezione Fallimentare, di data non anteriore a 6 mesi rispetto a quella di scadenza per la presentazione delle offerte, da produrre in originale, ovvero in copia fotostatica riportante la attestazione "conforme all'originale" sottoscritta dal dichiarante e corredata da copia fotostatica del documento di identità del medesimo in corso di validità. Il certificato, ove non comprensivo delle informazioni indicate al punto A) sub 6), dovrà essere integrato da una dichiarazione, sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante dell'impresa concorrente ed accompagnata da copia fotostatica del documento di identità del dichiarante in corso di validità, attestante che nei confronti del/i titolare o del/i legale/i rappresentante/i dell'impresa non sussistono le cause di decadenza, di divieto o di sospensione di cui all'art. 10 della legge 31 maggio 1965 n. 575 e successive modificazioni.
Il suddetto certificato può essere sostituito da apposita corrispondente dichiarazione, riportante il relativo contenuto, di data non anteriore a 6 mesi rispetto a quella di scadenza per la presentazione delle offerte, sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante dell'impresa concorrente ed accompagnata da copia fotostatica del documento di identità del dichiarante in corso di validità. le dichiarazioni di cui al punto B), C), D), E) e F), L), I), M) e N), devono essere rilasciate in originale, sottoscritte dal titolare o dal legale rappresentante dell'impresa, ed accompagnate da copia fotostatica del documento di identità del dichiarante, in corso di validità. i documenti di cui al punto H) (se ricorrente) devono essere prodotti in originale.
SEZIONE 4 MODALITA' DI COLLAZIONE, SIGILLATURA E SPEDIZIONE DEL PLICO GENERALE
A pena di esclusione dalla gara, il plico generale , dovrà rispettare quanto segue:
4.1.- dovrà contenere la busta, debitamente sigillata nei modi di cui alla precedente sezione 3, contenente la documentazione amministrativa, con su scritto PLICO C – Documentazione Amministrativa ;
4.2. - dovrà contenere la busta, debitamente sigillata nei modi di cui alla precedente sezione 1, contenente l'offerta tecnica, con su scritto PLICO A – Offerta tecnica;
4.3. - dovrà contenere la busta, debitamente sigillata nei modi di cui alla precedente sezione 1, contenente l'offerta economica, PLICO B – Offerta economica;
4.4. - dovrà essere debitamente sigillato con ceralacca su tutti i lembi di chiusura anche quelli eventualmente preincollati dal costruttore, ovvero con nastro adesivo applicato e controfirmato sui medesimi lembi;
4.5. - dovrà riportare al suo esterno le seguenti indicazioni:
- la denominazione del concorrente mittente;
- l'oggetto della gara: “Procedura aperta ad evidenza pubblica per l'affidamento del servizio di “Assistenza Domiciliare a soggetti disabili”;
4.6- dovrà pervenire entro il termine del 21.01.2013 ore 12.00, mediante servizio postale o a mezzo di Agenzia di recapito autorizzata o a mano, al Comune di Guidonia Montecelio- Area V, Politiche Sociali e Sanità,U.O. Politiche Sociali e Sanità – Via Numa Pompilio,37/39 – 00012 Guidonia Montecelio (RM). In caso di recapito a mano o a mezzo di Agenzia autorizzata, il plico dovrà essere consegnato all’Ufficio Protocollo del Comune di Guidonia Montecelio – P.zza Matteotti 20, aperto secondo il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e il martedì e giovedì anche dalle ore 15.00 alle 17.00, sabato escluso.
SEZIONE 5: MODALITA’ DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICO-ECONOMICA
La gara sarà aggiudicata secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa applicato valutando le offerte in base ai seguenti elementi:
 Capacità Gestionale
 Capacità Tecnica
 Offerta Economica
La Commissione giudicatrice, all’uopo nominata dall’Amministrazione, valuterà le offerte, nella loro parte tecnica ed economica, sulla base della documentazione presentata dagli organismi concorrenti nel rispetto di quanto disposto dalla sezione 1 del presente Disciplinare e avrà a disposizione 100 punti da attribuire con i seguenti criteri:
OFFERTA TECNICA max 75 p.ti di cui:
 Capacità Gestionale max 45 p.ti così suddivisi:
a. Progetto di gestione del servizio con particolare riguardo a: max 30 p.ti
o Coerenza del progetto rispetto al servizio tenendo conto delle peculiarità territoriali e sociali del Comune di Guidonia;
o Chiara definizione degli obiettivi da raggiungere;
o Capacità di operare in una logica di rete dei servizi;
o Proposte innovative del servizio;
o Previsione di efficaci sistemi di verifica e monitoraggio
b. Indicazione del numero e delle qualifiche professionali che si intende impiegare nel servizio con particolare riguardo a: max 10 p.ti
o Numero e/o tipologia di operatori
o Competenze aggiuntive
c. Risorse destinate al servizio con particolare riguardo a: max 5 p.ti
o Automezzi
o Computers fax modem
o Numeri telefonici e/o cellulari dedicati
o Sede operativa nel Comune di Guidonia
 Capacità Tecnica max 30 p.ti così suddivisi:
a) curriculum dell’impresa attribuendo il punteggio in ragione d’anno di attività max 10 p.ti
b) Numero di ore totali di assistenza diretta all’utente che si effettueranno con l’importo a base d’asta al netto d’Iva. Max 5 p.ti
c) elenco dei servizi analoghi o identici svolti negli anni 2009, 2010 e 2011 in convenzione con la P.A. con le informazioni relative alla data di inizio e di scadenza dell’appalto, valore dell’appalto, ente appaltante con particolare riguardo a: max 15 p.ti
o servizi identici max 9 p.ti
o servizi analoghi max 6 p.ti
Per servizi analoghi si intendono quei servizi rivolti ai medesimi destinatari anche se con modalità gestionali – operative differenti ovvero quelli con le medesime modalità gestionali – operative ma rivolti a diversi destinatari.
OFFERTA ECONOMICA max 25 p.ti attribuiti come segue:
- all’offerta il cui prezzo proposto è quello minimo verrà assegnato il punteggio max;
- a ciascuna offerta con prezzo diverso da quello minimo verrà automaticamente assegnato il punteggio risultante dall’applicazione della seguente formula:
Pm * 25
P
in cui:
Pm è il prezzo medio orario minimo offerto;
25 è il punteggio assegnato al prezzo minimo;
P è il prezzo di ciascuna offerta diversa da quella con prezzo minimo;
I risultati saranno arrotondati al millesimo di punto.
SEZIONE 6: ESAME DELLE OFFERTE
La Commissione Giudicatrice, all’uopo nominata, presso l’Area V, Politiche Sociali e Sanità,U.O. Politiche Sociali e Sanità del Comune di Guidonia Montecelio , procederà, previa comunicazione alle ditte concorrenti, in seduta pubblica all’apertura dei plichi pervenuti entro il termine prescritto e, accertata sulla base dell’esame degli stessi, l’ammissibilità delle imprese partecipanti procederà, in seduta segreta, all’esame e alla valutazione delle proposte secondo i criteri suesposti. A conclusione dei propri lavori la Commissione formulerà una graduatoria delle proposte risultate valide in relazione al punteggio totale attribuito a ciascuna di esse.
L’Amministrazione si riserva, prima dell’apertura delle offerte presentate , la possibilità di procedere al sorteggio per il controllo dei requisiti, ai sensi dell’art. 48 del D. Lgs. 163/2006.
SEZIONE 7: MODALITA’ E CONDIZIONI PER LA COSTITUZIONE DEL DEPOSITO CAUZIONALE PROVVISORIO
A pena di esclusione dalla gara, il deposito cauzionale di cui al bando di gara dovrà rispettare quanto segue:
7.1. - dovrà essere presentato esclusivamente in uno dei seguenti modi:
a) in contanti, previo versamento presso la tesoreria comunale, o in titoli del debito pubblico garantiti dallo Stato al corso del giorno del deposito, presso la Tesoreria provinciale;
b) mediante fidejussione bancaria di pari importo;
c) mediante polizza assicurativa di pari importo;
d)mediante garanzia fidejussoria di pari importo rilasciata dagli Intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del Decreto Legislativo n. 385/1993, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze;
7.2. - se prestato nelle forme di cui alle superiori lettere b), c) e d):
- dovranno ivi essere inserite le seguenti condizioni particolari con le quali l’istituto bancario o assicurativo si obbliga incondizionatamente: escludendo il beneficio della preventiva escussione di cui all'art. 1944 c.c.; alla rinuncia all’eccezione di cui all'art. 1957, comma 2, c.c.; alla operatività della garanzia entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta da parte dell’Amministrazione.
Il suddetto deposito cauzionale provvisorio, a pena di esclusione, dovrà altresì:
 ai sensi dell’articolo 75, comma 5, del D.Lgs. n. 163/2006, avere validità di 180 giorni ed essere corredato dall’impegno del garante a rinnovare il deposito medesimo – su richiesta dell’Amministrazione – per l’ulteriore termine di validità dell’offerta, nel caso in cui, al momento della sua scadenza non sia intervenuta ancora l’aggiudicazione definitiva;
 essere corredato dall’impegno di un fidejussore a rilasciare il deposito cauzionale definitivo per l’esecuzione del contratto qualora l’offerente risultasse aggiudicatario;
 prevedere la sottoscrizione del garante autenticata da Notaio, il quale dovrà parimenti attestare i poteri di firma del garante medesimo;
 in caso di costituenda riunione temporanea di imprese, ai sensi dell’articolo 37, comma 2, del D.Lgs 12 aprile 2006 n. 163, essere espressamente intestato a tutte le imprese facenti parte del costituendo raggruppamento.
Ai sensi di quanto disposto dall’art. 75, comma 7), del D.Lgs n. 163/2006, nel caso in cui l’importo della garanzia sia ridotto, il concorrente dovrà presentare – a pena di esclusione - la certificazione di qualità conforme alle norme europee, in originale ovvero in copia fotostatica, riportante l’attestazione “conforme all’originale” sottoscritta dal legale rappresentante e corredata da copia fotostatica del documento di identità del medesimo in corso di validità.
In caso di costituenda Associazione Temporanea di Imprese ovvero di Associazione Temporanea di Imprese già formalmente costituita, la suddetta certificazione dovrà essere presentata – a pena di esclusione - da ciascun soggetto costituente il raggruppamento.
* * *
A riguardo, si precisa che:
- il deposito cauzionale provvisorio copre la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell’affidatario, ed è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo.
- il concorrente che risulterà aggiudicatario, a garanzia dell’esatta osservanza degli obblighi assunti e prima della stipula del contratto, dovrà costituire un deposito cauzionale definitivo, secondo le condizioni di cui all’articolo 113 del D.Lgs n. 163/2006 nelle forme ammesse dalla legge.
SEZIONE 8: DEFINIZIONE DEI RAPPORTI CONTRATTUALI
Successivamente al provvedimento di affidamento, non appena perfezionata la documentazione circa l’inesistenza in capo all’affidatario di motivi ostativi alla contrattazione con la P.A., si procederà alla stipula del contratto. Il concorrente aggiudicatario dovrà comprovare, ai sensi dell’ art. 48, comma 2 del D.Lgs., 163 del 2006 il possesso dei requisiti di capacità economico- finanziaria e tecnico-organizzativa dichiarata in sede di gara attraverso la presentazione della seguente documentazione:
- bilancio degli ultimi esercizi finanziari (2009-2010-2011);
- fatture e/o contratti comprovanti l’avvenuta esecuzione di identici/analoghi servizi per gli esercizi di riferimento (2009-2010-2011);
- fatture e/o contratti afferenti i principali servizi eseguiti riferiti all’ultimi triennio antecedente la data di pubblicazione della gara, relativamente al settore oggetto della gara;
- ogni altro documento idoneo a supportare quanto dichiarato in sede di gara relativamente alla capacità economico- finanziaria e tecnico-organizzativa.
Per quanto non previsto nel presente documento si fa espresso riferimento al capitolato speciale nonché agli atti ed alle normative di riferimento ivi richiamati.
CAPITOLATO TECNICO
P.TO 1 OGGETTO
L’affidamento ha per oggetto la gestione, da parte dell’organismo affidatario, del Servizio di Assistenza Domiciliare in favore di persone portatrici di handicap residenti nel territorio del Distretto RMG2, denominato “ADH”. Gli interventi di assistenza domiciliare saranno indirizzati a soggetti con disabilità di tipo psico – fisico e sensoriale, con l’obiettivo principale di migliorare la qualità della vita della persona e di consentirne la permanenza nel proprio contesto socio – ambientale. Il servizio sarà coordinato a livello distrettuale e disciplinato nei principi e nelle modalità di gestione (accesso dell’utenza ed erogazione delle prestazioni) dal relativo regolamento distrettuale, approvato dal Comitato Istituzionale. Il servizio, inoltre, sarà realizzato in maniera coordinata con le prestazioni di carattere sanitario, ove necessarie, previste dalla Azienda A.S.L. RM G2 – Distretto di Guidonia, nei Comuni sottoscrittori dell’Accordo di Programma per l’integrazione dei servizi socio – assistenziali e sanitari di seguito elencati: Guidonia Montecelio, Marcellina, Monteflavio, Montelibretti, Montorio Romano, Moricone, Nerola, Palombara Sabina, Sant’Angelo Romano.
P.TO 2 IMPORTO E DURATA
L’importo totale dell’appalto è di € 305.785,12 (iva esclusa) per una durata di 12 mesi dal momento della sottoscrizione del contratto per un totale massimo complessivo di ore di servizio all’utenza di 16.061.
P.TO 3. DESTINATARI
Il Servizio denominato ADH è rivolto a minori e adulti fino al compimento del sessantacinquesimo anno di età in condizioni di parziale o totale non autosufficienza, che presentino una minorazione fisica, psichica o sensoriale, temporanea o stabilizzata o progressiva.
P.TO 4 FINALITA’
Il fine principale del Servizio ADH è quello di favorire il mantenimento della persona disabile nel proprio ambiente familiare e /o nel normale contesto sociale, assicurando interventi socio-educativi, assistenziali e sanitari volti a prevenire e/o a rimuovere situazioni di bisogno, di emarginazione e di disagio, evitando il ricorso al ricovero in strutture residenziali mediante prestazioni di assistenza domiciliare, integrandosi con la famiglia nei propri compiti assistenziali. Tali interventi si realizzano integrando e interagendo, non duplicando gli interventi previsti nel piano per la non autosufficienza. Lo scopo è quello di potenziare il servizio di assistenza domiciliare migliorandone la funzionalità e ottimizzando le risorse distrettuali a disposizione, evitando sovrapposizioni di interventi già attivati nel servizio.
P.TO 5. ATTIVITA’
Le attività richieste per la realizzazione del servizio di cui all’art. 1 sono di carattere socio – sanitario. L’Azienda AS.L. – Distretto RMG2 assicurerà, ove necessarie, le prestazioni di carattere sanitario; l’affidatario, pertanto, dovrà porre in essere interventi di carattere sociale che comprendono:
a)Aiuto per il governo della casa
- riordino e pulizia dell’alloggio
- cura del guardaroba (bucato, stiratura, manutenzione)
- acquisto di generi alimentari
- preparazione del pasto
- eventuale consegna pasti a domicilio
b)Aiuto nelle attività fisiche personali
- levata assistita dell’utente dal letto e viceversa
- pulizie personali complete
- vestizione
- nutrizione
- mobilitazione ed aiuto nella deambulazione
- aiuto nell’utilizzo degli ausili sanitari
c)Aiuto nel disbrigo di pratiche e commissioni
- accompagnamento presso ambulatori medici, ospedali, presidi sociali e sanitari in
genere, con mezzi dell’aggiudicatario idonei al trasporto delle persone assistite
- informazioni sui diritti, pratiche e servizi
- commissioni varie (ricette mediche, acquisto medicinali, pagamento bollette, etc..)
d)Aiuto nell’integrazione sociale
- interventi volti a favorire la partecipazione degli utenti alle attività ricreative e
culturali organizzate sul territorio
- coinvolgimento, nelle attività di competenza, dei parenti, dei vicini di casa e del volontariato.
e)Varie
Ogni altra prestazione che sarà attribuita dalla normativa nazionale e regionale alla qualifica di assistente domiciliare e dei servizi tutelari.
Tutte le attività sopra elencate sono da considerarsi contenuto minimo del progetto di gestione del servizio che dovrà essere presentato nell’offerta per la partecipazione alla gara d’appalto.
Le prestazioni, inoltre, verranno stabilite all’interno di un Piano personalizzato d’intervento redatto, per ciascun utente, da un gruppo di lavoro multidisciplinare al quale parteciperanno rappresentanti degli Enti coinvolti nel progetto e dell’organismo affidatario.
L’accettazione delle domande sarà a cura del Servizio Sociale dei Comuni del Distretto e dei servizi distrettuali specialistici eventualmente attivati sul territorio e sarà disciplinata, nei principi e nelle modalità di accesso al servizio, dal relativo regolamento distrettuale.
P.TO 6 FIGURE PROFESSIONALI
Andranno previsti:
- 1 Coordinatore Responsabile del servizio
- Assistenti domiciliari.
Tutti le figure professionali dovranno essere munite di idoneo titolo di studio
P.TO 7 COMPITI DEL PERSONALE
Le attività di coordinamento riguarderanno le attività progettuali, nel rispetto di quanto contenuto nel presente capitolato e nell’offerta tecnica presentata in sede di gara. Riguarderanno, inoltre, i rapporti tra l’organismo affidatario e il Comune di Guidonia Montecelio, Amministrazione aggiudicatrice, nonché i rapporti con gli Enti sottoscrittori dell’Accordo di Programma per l’integrazione dei servizi socio – sanitari.
Il coordinamento degli Assistenti domiciliari, in particolare, dovrà consistere nel: Curare la regolarità delle presenze del personale Predisporre la programmazione settimanale delle attività degli Assistenti domiciliari in
base ai progetti individuali di intervento predisposti dal gruppo di lavoro Effettuare una programmazione razionale, efficiente ed efficace Preparare le comunicazioni scritte agli utenti relative al programma settimanale con indicato l’orario di accesso e il nome dell’operatore Comunicare tempestivamente all’utente ogni variazione di orario o di giorno delle prestazioni Provvedere alla tempestiva sostituzione del personale assente per garantire la continuità degli interventi Partecipare alle riunioni del gruppo di lavoro Curare l’aggiornamento delle cartelle sociali degli utenti Mantenere contatti con gli Assistenti Sociali dei Comuni per la verifica costante dei programmi in atto e dei tempi delle prestazioni, per accogliere le nuove proposte di inserimento, per fornire informazioni sulle disponibilità in merito a nuovi accessi e con i referenti di servizi distrettuali specialistici eventualmente attivati Prevedere una rotazione del personale presso l’abitazione degli utenti al fine di evitare situazioni di coinvolgimento affettivo disfunzionale e di difficoltà nella sostituzione del personale assente Prevedere la compresenza di due operatori per quelle situazioni di grosso impegno fisico e pericolosità per l’utente durante le manovre di mobilizzazione, in base alle decisioni del gruppo di lavoro
Gli Assistenti domiciliari dovranno essere in possesso di idoneo titolo professionale e dovranno avere inoltre le seguenti competenze: Capacità di sapersi relazionare correttamente con l’utente e la famiglia Capacità di lavorare in equipe con gli altri operatori e con le altre professionalità Capacità di individuare e segnalare situazioni di rischio degli utenti Capacità di fornire elementi utili sull’efficienza degli interventi rispetto ai bisogni ed al corretto utilizzo delle risorse.
Gli Assistenti domiciliari dovranno inoltre possedere i requisiti fisici sanitari che lo rendano idoneo alle prestazioni proprie del servizio.
Spostamento del personale
Per gli spostamenti necessari all’effettuazione dei servizi a domicilio il personale dovrà provvedere con mezzi propri. I costi sono a carico del soggetto aggiudicatario.
CAPITOLATO SPECIALE
1. AUMENTO O DIMINUZIONE DEI SERVIZI APPALTATI
L’Amministrazione si riserva, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di apportare variazioni ai servizi oggetto dell’appalto, con semplice preavviso scritto, fino al massimo, in aumento o in diminuzione, di 1/5 del prezzo complessivo previsto dall’appalto.
2. NORMATIVA
Costituiscono fonti principali del contratto il capitolato speciale e tecnico e l’offerta presentata dall’affidataria.
Per tutto quanto non esplicitamente contemplato da tali fonti, si rinvia alle disposizioni normative e regolamentari vigenti in materia, ed in particolare:
o Vigenti disposizioni di legge e regolamentari dell’Amministrazione del patrimonio e per la contabilità generale dello Stato e successive disposizioni che dovessero essere emanate in materia, in futuro;
o Codice civile
L’impresa dovrà, inoltre, garantire nell’espletamento del servizio l’osservanza della normativa in materia di riservatezza dei dati personali, Decreto legislativo n. 196/2003 e successive modifiche e integrazioni.
3. PERSONALE
All’affidamento del servizio, l’affidataria trasmette all’Amministrazione i nominativi del responsabile del progetto, del coordinatore del servizio e di tutti gli operatori impiegati per l’esecuzione del servizio.
Il personale impiegato nell’esecuzione del servizio deve avere requisiti di professionalità conformi a quanto richiesto nel Capitolato Tecnico.
Qualora durante l’appalto si renda necessario procedere a sostituzione di personale, l’impresa deve garantire l’equivalenza professionale delle nuove unità lavorative rispetto al personale sostituito e comunque deve, prima che sia operativa la suddetta sostituzione, trasmettere all’Amministrazione una comunicazione contenente anche la dichiarazione che il personale operante in sostituzione è in possesso dei requisiti minimi indicati dal capitolato tecnico.
E’ facoltà dell’Amministrazione verificare in via preventiva le conoscenze tecniche e professionali del personale impegnato nel servizio.
L’affidataria si obbliga ad ottemperare verso i propri dipendenti impegnati nell’esecuzione del servizio tutti gli obblighi derivanti da disposizioni legislative, regolamentari e contrattuali vigenti in materia di lavoro, di previdenza e di assicurazioni sociali, assumendo a proprio carico tutti relativi oneri, nonché tutte le disposizioni relative al personale contenute nel capitolato tecnico, in particolare nell’art. 7 di quest’ultimo.
L’impresa si obbliga, altresì, ad applicare condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili alla categoria e nella località in cui si svolgono le prestazioni, nonché le condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni e da ogni contratto collettivo, successivamente stipulato per la categoria applicabile nella località, anche riguardo alla contrattazione di secondo livello e territoriale. L’impresa si obbliga, altresì, a continuare ad applicare i suddetti contratti collettivi anche dopo la loro eventuale scadenza e fino alla loro sostituzione.
Tutti gli obblighi sopra indicati vincolano l’impresa per tutto il periodo di validità del contratto anche per il caso in cui la stessa non sia aderente alle associazioni stipulanti, ovvero receda da essi.
4. ONERI A CARICO DELL’AMMINISTRAZIONE
L’Amministrazione ha la supervisione delle attività svolte dall’affidataria e dei relativi risultati, fermo restando che l’impresa è la sola responsabile dell’esecuzione delle attività oggetto del presente appalto.
All’affidamento del servizio, l’Amministrazione è tenuta a comunicare il nominativo del proprio responsabile, ovvero del suo delegato, che curerà i rapporti con l’affidataria nonché la verifica della regolare esecuzione del servizio.
5. RISERVATEZZA E PRIVACY
L’impresa si impegna ad operare, nell’esecuzione del servizio, in conformità ai principi e disposizioni di cui alla normativa sulla Privacy. In particolare, l’impresa si impegna ad osservare e a far osservare ai propri dipendenti, impegnati nell’esecuzione del servizio, la massima riservatezza nei confronti delle informazioni di qualsiasi natura comunque acquisite nello svolgimento del lavoro oggetto del presente Capitolato Speciale.
6. DEPOSITO CAUZIONALE
Per partecipare alla gara l’Impresa, oltre all’offerta e ai documenti indicati nel bando di gara e nella lettera d' invito, deve allegare una quietanza comprovante il deposito cauzionale provvisorio pari al 2% dell’importo a base di gara, da
effettuarsi secondo le condizioni e modalità previste nella sezione 5 del disciplinare di gara allegato al presente capitolato.
L’impresa che risulterà aggiudicataria, a garanzia dell’esatta osservanza degli obblighi assunti e prima della stipula del contratto, dovrà costituire un deposito cauzionale, secondo le modalità di cui all’art. 113 del D.lgs. n. 163/2006.
La mancata costituzione della garanzia di cui al presente articolo determina la revoca dell'affidamento e l’aggiudicazione dell'appalto o la concessione al concorrente che segue nella graduatoria.
7. IMPOSTE E TASSE
Per quanto concerne la stipulazione del contratto, tutte le spese, imposte e tasse inerenti al contratto stesso, quali quelle di bollo, quietanza, diritti fissi, di segreteria, di scritturazione, ecc. sono a carico dell’impresa aggiudicataria.
Il contratto stabilisce le clausole da sottoporre a specifica approvazione scritta ex art. 1341 c.c.
8. SUBAPPALTO
Non è ammesso il subappalto del servizio oggetto dell’affidamento.
9. PENALITA’
L’Ente appaltante si riserva, con ampia ed insindacabile facoltà e senza che l’Organismo affidatario possa nulla eccepire, di disporre verifiche e controlli di rispondenza e di qualità circa la piena conformità del servizio reso a quanto previsto dal capitolato tecnico e dall’offerta presentata in sede di gara.
Qualora, dal controllo di cui al comma precedente, il servizio dovesse risultare non conforme a quello che l’Affidatario è contrattualmente tenuto a rendere, dette inadempienze e/o disservizi – fatte salve le fattispecie disciplinate dal successivo art. 10 – saranno contestate all’Affidatario stesso con invito a rimuoverle immediatamente ed a presentare entro il termine massimo di 15 gg., le proprie giustificazioni al riguardo. Nel caso che l’Affidatario non ottemperi a detto invito entro il termine fissato, ovvero fornisca elementi non idonei a giustificare le inadempienze e/o disservizi contestati, verrà applicata una penale pari al 10% di quanto dovuto per il bimestre in corso al momento in cui si sono verificate dette inadempienze e/o disservizi.
Ove la stessa inadempienza e/o disservizio venga rilevato una seconda volta, dopo espletati gli adempimenti di cui al comma precedente, sarà applicata una penale pari al 15% di quanto dovuto per il bimestre in corso al momento in cui si è verificata detta inadempienza e/o disservizio.
L’accertamento e contestazione per la terza volta della medesima inadempienza e/o disservizio comporterà la risoluzione di diritto della convenzione ai sensi dell’art. 1456 del C.C. nonché la immediata sospensione del pagamento dei compensi pattuiti.
10. RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
La risoluzione del contratto può essere disposta dall’Amministrazione nelle ipotesi sotto elencate:
1. inosservanza del divieto di cui all’art. 8 sopra citato;
2. in caso di fallimento e delle altre procedure concorsuali;
3. qualora la somma delle penali complessivamente applicate raggiunga un valore pari almeno alla percentuale del 10% dell’importo a base di gara;
4. mancato pagamento delle retribuzioni e dei relativi oneri previdenziali ed assistenziali stabiliti dai vigenti contratti collettivi;
5. mancata osservanza degli obblighi stabiliti dai vigenti contratti collettivi di categoria;
6. in caso di reiterata (superiore a tre volte) violazione delle prescrizioni relative alla riservatezza di cui al precedente art. 5;
7. decadenza dal possesso di uno dei requisiti richiesti dall’Amministrazione per la partecipazione alla gara in oggetto.
Resta ferma l’applicabilità di tutta la normativa vigente in tema di inadempienze contrattuali.
11. VERIFICHE E CONTROLLI
L’Amministrazione effettua verifiche e controlli in ordine alla integrale osservanza da parte dell’affidataria di tutte le disposizioni contenute nel Capitolato speciale e tecnico.
Nell’ipotesi in cui venga riscontrata una inadempienza quantitativa e/o qualitativa rispetto a quanto stabilito dai citati capitolati di gara e dal contratto, l’Impresa provvede tempestivamente ad eliminare le disfunzioni rilevate. Nei casi previsti, si procederà alla contestazione per l’applicazione della relativa penalità di cui al precedente art.
I controlli e le verifiche effettuate, pur con esito positivo, non liberano l’affidataria dagli obblighi e responsabilità inerenti al contratto.
12. LINGUA DA USARE
Tutti i rapporti scritti e verbali, tra l’Amministrazione e l’impresa, comunque inerenti al presente affidamento, dovranno avvenire in lingua italiana.
13. OSSERVANZA DI LEGGI, REGOLAMENTI E NORME
L’Impresa, sotto la sua esclusiva responsabilità, deve ottemperare alle disposizioni legislative vigenti, come pure osservare tutti i regolamenti, le norme, e le prescrizioni delle competenti Autorità in materia di contratti di lavoro, di sicurezza e di quanto altro possa comunque interessare l’affidamento.
14. PRETESE DI TERZI
L’impresa garantisce in ogni tempo l'Amministrazione da ogni e qualsiasi pretesa di terzi derivante da inosservanza da parte dell’impresa stessa, anche parziale, delle norme contrattuali e da inadempienze nell'ambito delle attività e rapporti comunque posti in essere con l’impresa medesima per lo svolgimento del servizio oggetto dell'affidamento.
15. DANNI E RISCHI
L’Affidatario è tenuto all’adempimento di tutti gli obblighi derivanti dalla legge sull’assicurazione del personale a qualsiasi titolo impiegato.
L’Affidatario sarà responsabile civilmente e penalmente di tutti i danni di qualsiasi natura che potessero derivare a persone o cose a causa della realizzazione del servizio e si obbliga a sollevare il Sindaco e la P.A. da qualunque pretesa, azione, domanda o altro che possa derivare direttamente o indirettamente dalla gestione del servizio in parola.
Per tutti i rischi sopra esposti l’Affidatario dovrà provvedere alla stipula di assicurazione per responsabilità civile verso terzi con massimale di copertura non inferiore a € 1.600.000,00.
16. CONTROVERSIE - FORO COMPETENTE
Le controversie che dovessero eventualmente insorgere nell'interpretazione e nell'esecuzione del presente contratto saranno devolute, in deroga a quanto stabilito dal Capitolato Generale del Comune richiamato nel contratto, alla giurisdizione dell'Autorità Giudiziaria ordinaria. E' in ogni caso escluso il ricorso previsto dagli art. 806 e seguenti del Codice di Procedura Civile.
Per qualsiasi controversia sarà esclusivamente competente il Foro di Tivoli.
17. CORRISPETTIVO
Il corrispettivo dovuto all’impresa sarà liquidato bimestralmente, con determinazione dirigenziale del Dirigente il Settore Servizi Sociali del Comune di Guidonia Montecelio.
Il pagamento delle competenze ai sensi e per gli effetti del Decreto legislativo del 9.10.2002 n. 231, sarà effettuato entro 90 giorni dal ricevimento di regolari fatture emesse dall’impresa stessa e previa attestazione della effettiva erogazione del servizio da parte del Responsabile nominato dall’Amministrazione.
A U T O C E R T I F I C A Z I O N E Spettabile Committente ___________________________________
Il sottoscritto___________________________________________ C.F._________________________ in qualità di legale rappresentante dell’impresa__________________________________________ sede legale_________________________________ c.a.p._________ P.I. ______________ C.F. _______________ con specifico riferimento alla gara di appalto di servizio/fornitura di1___________________________________________________________________________________________________ indetta da (indicare il Committente)______________________________________________________________________________ autocertifica quanto segue:
Dichiara, altresì, che nell'ultimo biennio non è stata oggetto di verbali di accertamento da parte delle Autorità preposte (INAIL - INPS - DPL - ASL - G.d.F.) e che non ha in corso verifiche da parte delle Autorità prima descritte2.
__________________ li______________ Timbro e firma del dichiarante3
1 Indicare l’oggetto della gara 2In caso affermativo specificare l'esito o l'Autorità che ha in corso accertamenti 3 Allegare la fotocopia del documento di identità
POSIZIONE I.N.P.S. Imprese con lavoratori dipendenti
Matricola________________________ Sede__________________ Lav. Dip. N°__________ (media degli ultimi sei mesi)
Dichiara di essere in regola, ancorché autorizzato alla dilazione, con il versamento della contribuzione dovuta a tutto il_________________. Imprese individuali
P.I. __________________________ Coll. Fam. _________________________
Dichiara di essere in regola con il versamento della contribuzione dovuta a tutto il_________________. Imprese artigiane in forma societaria
P.A. _________________________ P.A._______________________________
Dichiara di essere in regola con il versamento della contribuzione dovuta a tutto il_________________.
POSIZIONE I.N.A.I.L.
Cod. Cliente__________________________ Pat. ______________________________
Den. retribuz. anno prec. (mod.10 SM) €._____________________ Retrib. Presunte anno in corso €_____________________
Pagamento rateale: SI NO Mod. F24: importo a debito versato il_____________ per la posizione di cui sopra.
Dichiara di essere in regola con il versamento della contribuzione dovuta a tutto il_________________.

Commenti

Post popolari in questo blog

LE LISTE PER LE ELEZIONI COMUNALI

CANDIDATO SINDACO ELIGIO RUBEIS
LISTA CIVICA
RUBEIS SINDACO
1)Ugo Fabri detto Fabbri 2)Anna Di Tella 3)Paolo Giammaria detto Gianmaria 4)Andrea Spagnoli 5)Alberto Anastasi 6)Mario Proietti 7)Roberto Stagnitto 8)Stefano Minella 9) Claudia Bassi 10)Patrizia D'Ilario 11)Valentina Fernandez 12)Alessandra Ferri 13)Maurizio Frezza 14) Rosita Girone 15)Gianina Ina Ghiuta 16)Silvia Mazza 17) Oscar Orrei detto Oscar 18)Simona Petrini 19)Maurizio Remoli 20)Tiziana Rosadi 21)Martina Saracino 22)Stefano Selvaggio 23) Maria Silvana Tanzi detta Mary 24)Maria Vittoria Venditti.
SCELTA POPOLARE 1)Paolo Greggi 2)Enrico De Angelis 3)Emanuele Argo 4)Tiziana Batini 5)Gianluigi Bernardi 6)Stefano Bianchi 7)Claudio Bruni 8)Franco Cipolloni 9)Aurelio Cornelio 10)Roberta De Petro 11)Antonio Di Giacomo detto Toni, 12)Simone Di Pietrantonio 13)Gabriel Favino 14)Manuela Loreti in Arcuri 15)Sabrina Macchia 16)Monica Martone 17)Rosalba Orrei 18)Maria Sandra Rubeis detta Sandra 19)Simona Serafini 20)Loredana Since…

PROCESSO "MAFIA BIANCA" - 5 PATTEGGIAMENTI

http://www.tiburno.tv/guidonia/item/18878-video-mafia-bianca-guidonia-le-voci-dei-mazzettari

PagoPA Portale Pagamenti Elettronici

Al fine di permettere il pagamento elettronico della gran parte dei dovuti alla Città di Guidonia Montecelio, è stata attivata una piattaforma web conforme al sistema pagoPA dell’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID). Selezionando le apposite voci di menu (Cosap/Tosap, Mensa, Trasporto, etc..) si accede all’elenco dei dovuti attualmente attivi; per ognuno di essi è presente una scheda informativa con la descrizione, le specifiche, i riferimenti dell’ufficio preposto e il link per accedere alla procedura di pagamento online .E’ possibile stampare l’avviso di pagamento e pagare successivamente – entro 30 giorni – presso un PSP aderente (Prestatore di Servizio di Pagamento) come ad esempio banche, poste e operatori aderenti all’iniziativa tramite i canali da questi messi a disposizione (come ad esempio: home banking, ATM, APP su smartphone o tablet, sportello, ecc.) oppure pagare on line direttamente sulla piattaforma della Città Metropolitana di Roma, scegliendo uno dei numerosi intermedi…