Passa ai contenuti principali

Asl RmG: "Ottobre Rosa", screening gratuiti per la prevenzione del tumore al seno


 
screening seno
 
 
 
 
 
 
 
 
Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno e la Asl RmG ha attivato programmi di screening gratuiti per la campagna "Ottobre Rosa" oltre a quelli in programma per tutto l'anno.
Campagna "Ottobre Rosa"
Tramite le Asl, la Regione Lazio offre alle donne nelle fasce di età 45-49 e 70-74 anni - ossia quelle non comprese nella fascia garantita dal programma di screening dei tumori della mammella - l’opportunità di prenotare una mammografia gratuita, o un’ecografia per le più giovani, in una delle strutture sanitarie che partecipano all’iniziativa.
"Ottobre Rosa" nasce con l’obiettivo di ampliare la cultura della prevenzione della salute e in particolar modo di sensibilizzare le donne sull’importanza e la necessita` di sottoporsi a determinati esami per prevenire il tumore al seno.
Punti di accesso per le donne 45-49 e 70-74 anni
Asl RmG: Numero Verde 8000.849.86.
Ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli
Il lunedì e il venerdì dalle 9 alle 13. Il martedì e il giovedì dalle 14 alle 17.
 
 
I programmi di screening gratuiti
I programmi di screening sono Livelli Essenziali di Assistenza (Lea), ossia dei percorsi organizzati di prevenzione e diagnosi precoce gratuiti e attivi tutto l'anno.
L’obiettivo dei programmi di screening è individuare il tumore o eventuali lesioni pre-tumorali in una fase precoce. In questo modo i possibili trattamenti e le cure diventano più efficaci e meno aggressivi.
 
Donne 25-64 anni per la prevenzione del tumore del collo dell’utero
Asl RmG: Numero Verde 800.043355
Lunedì e venerdì dalle 9 alle 13. Martedì e giovedì dalle 14 alle 17.

Donne 50-69 anni per la prevenzione del tumore della mammella
Asl RmG: Numero Verde 800.084896
Lunedì e venerdì dalle 9 alle 13. Martedì e giovedì dalle 14 alle 17.
 
Uomini e donne 50-74 anni per la prevenzione del tumore del colon retto
Asl Rmg: Numero Verde 800.116678
Lunedì e venerdì dalle 9 alle 13. Martedì e giovedì dalle 14 alle 17.

Come funzionano i tre programmi di screening gratuiti
La Asl spedisce un invito con un appuntamento prefissato ai propri residenti, per effettuare il test di screening in uno dei centri di riferimento.
L’appuntamento può essere modificato telefonando al numero verde indicato nella lettera.
Il risultato del test viene spedito a casa per posta.
Solo se fosse necessario ripetere il test o effettuare ulteriori accertamenti in uno dei centri di riferimento della Asl (centro di screening di II livello), si viene contattati telefonicamente.
Se dai successivi esami si riscontrano patologie, il centro di screening di II livello garantisce assistenza e un percorso di cura qualificato al paziente.
Quando non si riceve a casa la lettera dell’Asl, si può telefonare ai numeri verdi delle Aziende Sanitarie per essere inseriti nel percorso.
E’ importante eseguire i controlli programmati, perché solo così la prevenzione è efficace e si ottengono benefici per la propria salute.
 

Commenti

Post popolari in questo blog

Ordinanza cautelare e decreto sequestro

SABATO 11 GENNAIO 2014       ordinanza cautelare e decreto sequestro. rifiuti Roma Latina 1a parte Cerroni Landi Rando Sicignano Fegatelli De Filippis Giovannetti   N. 7449/2008 R.G.N.R. N. 13928/2008 R.G.GIP T R I B U N A L E O R D I N A R I O D I R O M A   SEZIONE DEI GIUDICI PER LE INDAGINI PRELIMINARI - UFFICIO 5° (tel. 0638792047 – fax 0638792548) ORDINANZA APPLICATIVA DI MISURE CAUTELARI PERSONALI   E DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO - art. 272 e seg., 321 c.p.p. -    Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale Ordinario di Roma, ufficio 5°, dott. Massimo Battistini, letti gli atti del procedimento penale recante i numeri suindicati nei confronti di:   1. 1. CERRONI Manlio nato il 18 novembre 1926 a Pisoniano (RM) , ivi anagraficamente residente in via Colle n. 42, residente di fatto in Roma, Piazzale Roberto Schuman n. 29, elettivamente domiciliato presso   l’avv. Giorgio Martellino con studio in Rom

I PROBLEMI DI MARCO SIMONE

RACCOLTE DI FIRME FINITE NEL DIMENTICATOIO: A MARCO SIMONE CHIEDONO SOLUZIONI PER TROPPI E GRAVI DISSERVIZI di Simona Boenzi Allagamenti, fogne che straripano, segnaletiche inesistenti, mezzi per il trasporto pubblico e scolastico che funzionano a metà, dossi e messa in sicurezza delle vie, marciapiedi che restano nei sogni dei residenti, scuole, parchi pubblici. Un elenco di disservizi lungo così solo per una circoscrizione che fa parte del comune di Guidonia Montecelio, terzo nel Lazio: Marco Simone. Un elenco di richieste e petizioni raccolte, indirizzate ai settori preposti, protocollate e finite nel dimenticatoio di qualche cassetto negli uffici comunali. Per l'ennesima volta i cittadini si ritrovano e ricominciano ad esporre tutto quello che non va. Lo hanno fatto anche stamattina a via Polibio, nel parco che loro stessi curano, una piccola isola "verde" per anziani e bambini e per incontrarsi e discutere. Ciò che preoccupa maggiormente è l'arr

Analisi ARPA Lazio sulla falda inquinata all'Inviolata di Guidonia

La situazione, dopo oltre sette anni di interventi è lontana dall'essere risolta, anche a causa di ritardi ed omissioni da parte dei vari soggetti istituzionali coinvolti. Leggi qui il comunicato:  http://www.aniene.net/ scarica/2019/ 2019-02-20_Comstampa-analis i-acque-falda-arpa.pdf