Passa ai contenuti principali

DISCARICA “INVIOLATA” GUIDONIA. LEONETTI: VALORI PREOCCUPANTI DI FERRO E MANGANESE

“La discarica dell’Inviolata presente nel Comune di Guidonia Montecelio è nata nel 1987 ed è tuttora in piena attività – dichiara il Vice Presidente del Consiglio Provinciale di Roma, Sabatino Leonetti – ed è in previsione a ridosso del Parco Archeologico Regionale dell’Inviolata e del nuovo casello autostradale A1-​​A2 la realizzazione di un impianto di trattamento meccanico biologico dei rifiuti della portata di 190.000 tonnellate/​anno”.
“Attualmente sono 48 i comuni che conferiscono rifiuti in detta discarica, per un totale di circa 160.000 tonnellate annue – continua Leonetti – con un impianto funzionante di recupero del biogas prodotto dagli accumuli”.
“La discarica contiene ad oggi oltre 5 milioni di m³ di spazzatura, e gli invasi autorizzati hanno modificato nel tempo il paesaggio circostante andando a formare una nuova collina artificiale”.
“Proprio per conoscere la situazione attuale del sottosuolo e delle falde acquifere nell’area della discarica – segue Leonetti – che nel febbraio u.s. ho richiesto all’Avv. Corrado Carrubba — Commissario dell’ARPA Lazio, che ringrazio fortemente per la sua tempestività, una relazione dettagliata sulla situazione attuale”.
“Dalla relazione si evince che nelle acque sotterranee campionate ed analizzate da Arpa Lazio dal 2003 al 2009, i valori di concentrazione dei parametri di Ferro e Manganese sono risultati sovente di molto superiori non solo ai parametri di concentrazione imposti dalla legge, ma anche rispetto ai valori naturali di fondo acque sotterranee determinati dall’IRSA-CNR”.
“I valori di concentrazione del parametro Ferro e parametro Manganese sono anche di due ordini di grandezza superiori al valore naturale di fondo relativo. Ad esempio nel campionamento effettuato da ARPA LAZIO nel giugno 2009 sono state rilevate concentrazioni di: Ferro (FE) pari a 12.200 µg/​l nel piezometro 2A e 10.700 µg/​l nel piezometro 7 di contro ad un valore di fondo naturale determinato da IRSA-​​CNR pari a 60,5 µg/​l e di Manganese (Mn) pari a 13.760 µg/​l nel piezometro 2A e 6.760 µg/​l nel piezometro 7 di contro ad un valore di fondo naturale determinato da IRSA-​​CNR pari a 96.0 µg/​l.
“E’ necessario provvedere con ulteriori studi ed approfondimenti per conoscere meglio la tipologia dell’inquinamento – dichiara il Vice Presidente Leonetti – anche l’ARPA ritiene di dover approfondire la vicenda, prevedendo di effettuare entro i prossimi mesi un ulteriore campionamento delle acque sotterranee e verificando il rispetto dei valori di fondo della discarica”.
“Per questo ho inviato una missiva urgente al Presidente Zingaretti e all’Assessore all’Ambiente Civita – conclude Leonetti – chiedendo ogni utile iniziativa per garantire la salvaguardia ambientale e la salute dei cittadini, interessando la Regione Lazio e tutti gli organismi competenti”.

Fonte: www.paconline.it

Commenti

Post popolari in questo blog

Ordinanza cautelare e decreto sequestro

SABATO 11 GENNAIO 2014       ordinanza cautelare e decreto sequestro. rifiuti Roma Latina 1a parte Cerroni Landi Rando Sicignano Fegatelli De Filippis Giovannetti   N. 7449/2008 R.G.N.R. N. 13928/2008 R.G.GIP T R I B U N A L E O R D I N A R I O D I R O M A   SEZIONE DEI GIUDICI PER LE INDAGINI PRELIMINARI - UFFICIO 5° (tel. 0638792047 – fax 0638792548) ORDINANZA APPLICATIVA DI MISURE CAUTELARI PERSONALI   E DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO - art. 272 e seg., 321 c.p.p. -    Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale Ordinario di Roma, ufficio 5°, dott. Massimo Battistini, letti gli atti del procedimento penale recante i numeri suindicati nei confronti di:   1. 1. CERRONI Manlio nato il 18 novembre 1926 a Pisoniano (RM) , ivi anagraficamente residente in via Colle n. 42, residente di fatto in Roma, Piazzale Roberto Schuman n. 29, elettivamente domiciliato presso   l’avv. Giorgio Martellino con studio in Rom

I PROBLEMI DI MARCO SIMONE

RACCOLTE DI FIRME FINITE NEL DIMENTICATOIO: A MARCO SIMONE CHIEDONO SOLUZIONI PER TROPPI E GRAVI DISSERVIZI di Simona Boenzi Allagamenti, fogne che straripano, segnaletiche inesistenti, mezzi per il trasporto pubblico e scolastico che funzionano a metà, dossi e messa in sicurezza delle vie, marciapiedi che restano nei sogni dei residenti, scuole, parchi pubblici. Un elenco di disservizi lungo così solo per una circoscrizione che fa parte del comune di Guidonia Montecelio, terzo nel Lazio: Marco Simone. Un elenco di richieste e petizioni raccolte, indirizzate ai settori preposti, protocollate e finite nel dimenticatoio di qualche cassetto negli uffici comunali. Per l'ennesima volta i cittadini si ritrovano e ricominciano ad esporre tutto quello che non va. Lo hanno fatto anche stamattina a via Polibio, nel parco che loro stessi curano, una piccola isola "verde" per anziani e bambini e per incontrarsi e discutere. Ciò che preoccupa maggiormente è l'arr

Analisi ARPA Lazio sulla falda inquinata all'Inviolata di Guidonia

La situazione, dopo oltre sette anni di interventi è lontana dall'essere risolta, anche a causa di ritardi ed omissioni da parte dei vari soggetti istituzionali coinvolti. Leggi qui il comunicato:  http://www.aniene.net/ scarica/2019/ 2019-02-20_Comstampa-analis i-acque-falda-arpa.pdf