Passa ai contenuti principali

APPELLO AI COMITATI LAZIALI PER UN'ASSEMBLEA SUL NUOVO PIANO RIFIUTI

Gli ultimi decenni hanno visto abbattersi sui territori della Regione Lazio un'infinita varietà di nocività ambientali. Mentre da un lato speculatori senza scrupoli aprivano cantieri e 
presentavano progetti di impianti devastanti come discariche, inceneritori, cementifici ed impianti a biogas e biomassa, dall'altro, partiti ed amministrazioni locali garantivano a questi vagonate di fondi pubblici, attraverso tariffe ed incentivi, annientando di fatto ogni possibilità di organizzare un piano di raccolta differenziata porta a porta teso alla riduzione, al riuso ed al riciclo dei rifiuti.
Solo recentemente, i comitati nati nella regione a seguito di quest'attacco speculativo hanno iniziato ad esprimere una concreta volontà di affrontare le sfide dell'attuale contingenza politica, economica e sociale, con un sostanziale respiro unitario.
Finora le diverse vertenze sono state affrontate dai differenti comitati in forma più o meno autonoma, con modalità varie e con alterne vicende, anche se stanno diventando sempre più importanti le esperienze di collaborazione fra le differenti realtà territoriali che caratterizzano le diverse lotte (vedi 
l'enorme corteo del 21 Settembre scorso).
Fra di noi quindi si sta facendo sempre più strada l'idea che sia necessario, a fronte di piani rifiuti straordinari sempre più devastanti per salute ed ambiente, un'azione di contrasto coordinata e ben diffusa nei diversi territori(pur mantenendo le proprie specificità sul terreno di competenza, di lotta e di esperienza).
Il 13 Dicembre prossimo verrà presentato dal Presidente della regione Zingaretti il “nuovo” Piano rifiuti del Lazio. Vorremmo quindi chiamare i diversi comitati che si occupano dei temi rifiuti-energia (che ben sappiamo essere ahinoi strettamente legati) ad un'assemblea di studio e confronto sul nuovo Piano, per tirare le somme di quest'ultimo anno di gestione commissariale e per decidere assieme i prossimi passi volti ad imporre la nostra piattaforma condivisa per la gestione dei rifiuti.
Lanciamo quindi a tutti i comitati un appello per una
ASSEMBLEA
DI CONFRONTO SUL NUOVO PIANO RIFIUTI DEL LAZIO,
SABATO 14 DICEMBRE, ORE 15:00
ALL'UNIVERSITA' LA SAPIENZA (LUCERNARIO OCCUPATO)
Assemblea per il Coordinamento 
dei Comitati Rifiuti-Energia del Lazio

Commenti

Post popolari in questo blog

Ordinanza cautelare e decreto sequestro

SABATO 11 GENNAIO 2014       ordinanza cautelare e decreto sequestro. rifiuti Roma Latina 1a parte Cerroni Landi Rando Sicignano Fegatelli De Filippis Giovannetti   N. 7449/2008 R.G.N.R. N. 13928/2008 R.G.GIP T R I B U N A L E O R D I N A R I O D I R O M A   SEZIONE DEI GIUDICI PER LE INDAGINI PRELIMINARI - UFFICIO 5° (tel. 0638792047 – fax 0638792548) ORDINANZA APPLICATIVA DI MISURE CAUTELARI PERSONALI   E DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO - art. 272 e seg., 321 c.p.p. -    Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale Ordinario di Roma, ufficio 5°, dott. Massimo Battistini, letti gli atti del procedimento penale recante i numeri suindicati nei confronti di:   1. 1. CERRONI Manlio nato il 18 novembre 1926 a Pisoniano (RM) , ivi anagraficamente residente in via Colle n. 42, residente di fatto in Roma, Piazzale Roberto Schuman n. 29, elettivamente domiciliato presso   l’avv. Giorgio Martellino con studio in Rom

I PROBLEMI DI MARCO SIMONE

RACCOLTE DI FIRME FINITE NEL DIMENTICATOIO: A MARCO SIMONE CHIEDONO SOLUZIONI PER TROPPI E GRAVI DISSERVIZI di Simona Boenzi Allagamenti, fogne che straripano, segnaletiche inesistenti, mezzi per il trasporto pubblico e scolastico che funzionano a metà, dossi e messa in sicurezza delle vie, marciapiedi che restano nei sogni dei residenti, scuole, parchi pubblici. Un elenco di disservizi lungo così solo per una circoscrizione che fa parte del comune di Guidonia Montecelio, terzo nel Lazio: Marco Simone. Un elenco di richieste e petizioni raccolte, indirizzate ai settori preposti, protocollate e finite nel dimenticatoio di qualche cassetto negli uffici comunali. Per l'ennesima volta i cittadini si ritrovano e ricominciano ad esporre tutto quello che non va. Lo hanno fatto anche stamattina a via Polibio, nel parco che loro stessi curano, una piccola isola "verde" per anziani e bambini e per incontrarsi e discutere. Ciò che preoccupa maggiormente è l'arr

Analisi ARPA Lazio sulla falda inquinata all'Inviolata di Guidonia

La situazione, dopo oltre sette anni di interventi è lontana dall'essere risolta, anche a causa di ritardi ed omissioni da parte dei vari soggetti istituzionali coinvolti. Leggi qui il comunicato:  http://www.aniene.net/ scarica/2019/ 2019-02-20_Comstampa-analis i-acque-falda-arpa.pdf