Passa ai contenuti principali

ASSEMBLEA PUBBLICA SABATO 21/12 PARLIAMO DI DISCARICA, TMB ....


Serenella Di Vittorio Questo è il nostro Parco, il nostro polmone. E' qui che dovremmo andare in bici, non in mezzo alle cave, è qui che dovremmo scampagnare la domenica, non a trenta chilometri da casa, È QUI CHE CON I NOSTRI BAMBINI IERI ABBIAMO PIANTATO DELLE GHIANDE CON L'AUGURIO CHE UN GIORNO DIVENTINO SOLIDE QUERCE, SOTTO LE QUALI DA GRANDI GODERSI IL PARCO DELL'INVIOLATA RESTITUITO ALLA POPOLAZIONE, senza più discariche velenose! 

L’impianto di trattamento dei rifiuti è quasi ultimato, la capacità di questo impianto implica la volontà di servire una popolazione spaventosamente maggiore di quella di Guidonia, Tivoli, Fonte Nuova, Monterotondo e tutti gli altri comuni che sversano all’Inviolata. Stiamo parlando di una capacità (190.000 tonnellate annue di INDIFFERENZIATO) che potrebbe essere giustificata SOLO dalla volontà politica di ospitare a Guidonia i rifiuti di ROMA! Questo è il disegno che i nostri amministratori hanno pianificato, e più diventiamo virtuosi con la raccolta differenziata, più spazio sarà fatto per i rifiuti degli altri! 
I nostri amministratori si rifiutano di incontrare i cittadini, di ascoltare le loro istanze, addirittura disertano autorevoli convegni dove vengono loro illustrati percorsi alternativi, praticati dalle Regioni e dai Comuni virtuosi. Questa scelta è vecchia, come sono vecchie le loro idee… i cittadini, le associazioni, autorevoli esperti hanno tentato di indicare un percorso, hanno evidenziato le illegalità di questo assurdo progetto… la falda acquifera è pesantemente contaminata da sostanze pericolose per la salute, con quelle acque annaffiamo i nostri orti, addirittura nuovi quartieri costruiti senza alcun criterio sono costretti a utilizzare quelle acque per uso domestico in quanto non raggiunti dalla rete idrica. Quella discarica è fuorilegge e la NUOVA in fase di autorizzazione (un nuovo invaso da 500.000 mc di rifiuti), persisterà nell’illegalità più totale.
Nonostante tutto i nostri amministratori hanno il coraggio a parlare di coraggio, di condivisione, di partecipazione… si nascondono dietro le parole del cambiamento mentre ci stanno condannando a essere ancora per decenni quella “terra di scarto” al servizio della capitale, che aiuta il Marino, l’Alemanno, la Polverini, lo Zingaretti di turno a liberarsi di quei fastidiosi problemi per loro ingestibili… e allora i quartieri dormitorio, le discariche, le fabbriche impattanti… fuori dalle balle. C’è Guidonia. 
Coraggio è dire BASTA! Basta con questo sistema antico di gestire i rifiuti, lo sapete quanto vale una bottiglietta di plastica e quanto ce la pagano a noi a Guidonia… e i vestiti usati? Ci prendono in giro, essere virtuosi non significa solo differenziare, differenziare è rispettare la legge. Essere virtuosi è mettere in atto un circuito di RIUSO, di SEPARAZIONE di qualità che tiri fuori un prodotto di valore. NON fare CDR da bruciare con materiale potenzialmente RICICLABILE! Questo farà l’impianto TMB all’Inviolata, e non è dato sapere dove verrà bruciato quel Combustibile Da Rifiuto prodotto.
Non fatevi bastare il giardino sistemato, i regali sotto l’albero, facciamoci un regalo comune… la PARTECIPAZIONE







Commenti

Post popolari in questo blog

Ordinanza cautelare e decreto sequestro

SABATO 11 GENNAIO 2014       ordinanza cautelare e decreto sequestro. rifiuti Roma Latina 1a parte Cerroni Landi Rando Sicignano Fegatelli De Filippis Giovannetti   N. 7449/2008 R.G.N.R. N. 13928/2008 R.G.GIP T R I B U N A L E O R D I N A R I O D I R O M A   SEZIONE DEI GIUDICI PER LE INDAGINI PRELIMINARI - UFFICIO 5° (tel. 0638792047 – fax 0638792548) ORDINANZA APPLICATIVA DI MISURE CAUTELARI PERSONALI   E DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO - art. 272 e seg., 321 c.p.p. -    Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale Ordinario di Roma, ufficio 5°, dott. Massimo Battistini, letti gli atti del procedimento penale recante i numeri suindicati nei confronti di:   1. 1. CERRONI Manlio nato il 18 novembre 1926 a Pisoniano (RM) , ivi anagraficamente residente in via Colle n. 42, residente di fatto in Roma, Piazzale Roberto Schuman n. 29, elettivamente domiciliato presso   l’avv. Giorgio Martellino con studio in Rom

I PROBLEMI DI MARCO SIMONE

RACCOLTE DI FIRME FINITE NEL DIMENTICATOIO: A MARCO SIMONE CHIEDONO SOLUZIONI PER TROPPI E GRAVI DISSERVIZI di Simona Boenzi Allagamenti, fogne che straripano, segnaletiche inesistenti, mezzi per il trasporto pubblico e scolastico che funzionano a metà, dossi e messa in sicurezza delle vie, marciapiedi che restano nei sogni dei residenti, scuole, parchi pubblici. Un elenco di disservizi lungo così solo per una circoscrizione che fa parte del comune di Guidonia Montecelio, terzo nel Lazio: Marco Simone. Un elenco di richieste e petizioni raccolte, indirizzate ai settori preposti, protocollate e finite nel dimenticatoio di qualche cassetto negli uffici comunali. Per l'ennesima volta i cittadini si ritrovano e ricominciano ad esporre tutto quello che non va. Lo hanno fatto anche stamattina a via Polibio, nel parco che loro stessi curano, una piccola isola "verde" per anziani e bambini e per incontrarsi e discutere. Ciò che preoccupa maggiormente è l'arr

Analisi ARPA Lazio sulla falda inquinata all'Inviolata di Guidonia

La situazione, dopo oltre sette anni di interventi è lontana dall'essere risolta, anche a causa di ritardi ed omissioni da parte dei vari soggetti istituzionali coinvolti. Leggi qui il comunicato:  http://www.aniene.net/ scarica/2019/ 2019-02-20_Comstampa-analis i-acque-falda-arpa.pdf