Passa ai contenuti principali

GUIDONIA: DE VINCENZI SCRIVE AL M5S, TUTELA DELL’AMBIENTE E NO ALLA CEMENTIFICAZIONE, VINCIAMO INSIEME

(AGENPARL) – Guidonia, 03 giu – Tutela dell’ambiente, no al Tmb e alla nuova discarica e guerra alla cementificazione. Sono questi le battaglie che hanno da sempre combattuto a Guidonia il Movimento 5 Stelle e la coalizione di centrosinistra. Per tale ragione, a pochi giorni dal ballottaggio di domenica 8 giugno, il candidato sindaco Domenico De Vincenzi ha deciso di chiedere il sostegno dei grillini, scrivendo una lettera al loro rappresentante guidoniano, Sebastiano Cubeddu, con l’intenzione di sconfiggere il centrodestra dell’uscente Rubeis, colpevole di aver “mortificato il territorio e infierito sui cittadini, governando negli interessi di pochi a scapito di quelli della collettività. Sottrarre la nostra città alla minaccia di un secondo mandato di Rubeis lo ritengo un dovere morale, anche da parte di chi, come noi e come voi – scrive De Vincenzi a Cubeddu -, si è esposto al giudizio degli elettori con spirito di abnegazione e coscienza civica. A cominciare dall’ambiente, questo sindaco ha giocato con la salute dei nostri cittadini. Nel corso della mia campagna elettorale, in coerenza con quanto dichiarato per anni in Consiglio comunale, mi sono assunto l’impegno di fermare, da sindaco di Guidonia, il nuovo impianto Tmb e la discarica. Ma la preoccupazione più grande che questo primo cittadino non ha saputo risparmiarci è la reale l’ipotesi di un livello elevato di inquinamento che potrebbe aver già raggiunto le falde acquifere sottostanti l’Inviolata, coinvolgendo, pertanto, indirettamente tutto il territorio comunale. È una questione di coscienza, caro Cubeddu, continuare a combattere perché è in gioco la vita di migliaia di cittadini e il futuro delle generazioni che verranno. Una città, la nostra, che sta collassando perché vittima di un’amministrazione di centrodestra incurante di fare fronte alla fisiologica crescita demografica con l’offerta dei servizi minimi ed essenziali. Un’amministrazione che ha deciso di continuare ad infierire sul territorio con la cementificazione, approvando quattro delibere che non prevedono servizi, ma lo sviluppo di cubature eccezionali in zone 167 che faranno crescere la popolazione di altri 30 mila abitanti. Se non combatteremo, il cemento vincerà sui servizi, come le discariche vinceranno sulla salute dei cittadini. Voglio essere eletto sindaco di Guidonia per fermare tutto questo, un potere che voglio democraticamente esercitare per ridare una speranza reale al nostro territorio. Chiedere il vostro sostegno, oggi – conclude il candidato a sindaco del centrosinistra, Domenico De Vincenzi -, è per me un dovere morale nei confronti di tutti i cittadini perché le battaglie del Movimento 5 Stelle per la tutela dell’ambiente e contro la cementificazione sono le stesse che stiamo combattendo noi. Battaglie di principio e di coscienza in cui l’importanza di vincere per far risorgere Guidonia deve prevalere su ogni colore politico”.

Fonte: http://www.agenparl.com/

LA RISPOSTA DEL M5S:
COMUNICATO STAMPA

De Vincenzi, accolgo il tuo accorato appello quasi con imbarazzo.
Imbarazzo e sconcerto per le idee espresse in quelle righe vergate per cercare di colpire qualche elettore distratto, scritte cercando una comunanza impossibile tra le battaglie dei cittadini che noi rappresentiamo e le finte scaramucce da operetta che hanno caratterizzato la scorsa consiliatura. E soprattutto, che non trovano riscontro in nessuna delle azioni della parte che tu rappresenti in questi ultimi 5 anni di falsa opposizione all'amministrazione Rubeis.

Un' opposizione silente, l'avevamo chiamata ingenuamente nei primi tempi, diventata successivamente spalla e complice delle scellerate decisioni prese dalla maggioranza. L'ultima manifestazione di questa complicità risale a pochi mesi fa quando, dopo che il Consiglio di Stato ha annullato le delibere di Rubeis sulla lottizzazione Pizzarotti, evocando addirittura l'articolo 97 della Costituzione (buon andamento e imparzialità della Pubblica Amministrazione) quindi la più grave violazione che un amministratore possa compiere, non hai chiesto le immediate dimissioni per il conclamato conflitto di interessi. L'abbiamo invocato a gran voce, anche attraverso i titoli delle testate locali, ma nessuno e tantomeno la tua opposizione ci ha prestato ascolto, né ha prestato ascolto alla voce dei cittadini.

Sindaci di sbiaditi colori diversi che cambiano, assessori che rimangono. Consiglieri di fervente opposizione che in pochi giorni si apparentano con coloro che dicevano di aver combattuto. Ma ti rendi conto che il M5S combatte tutto questo per difendere la dignità delle istituzioni e quindi i cittadini?
E' questo che intendi quando parli di rispetto della collettività? Rispetto della moralità?
Essere complici di una maggioranza "arrogante" come dici tu, non ti rende certo meno colpevole, anzi. Sono 30 anni che ti aggiri tra i banchi del Consiglio, guadagnandoti anche una condanna per danno erariale nell'esercizio delle tue funzioni. Noi che abbiamo memoria storica, poi, non ricordiamo azioni che ti abbiano fatto ascendere a difensore della moralità o delle istanze dei più deboli ed in difficoltà!


Vogliamo passare al tema ambientale che tanto ci tieni a cavalcare? Sai qual’è l'unico ricorso ancora in piedi contro il TMB e che dovrà andare in giudizio tra poco più di un mese? Quello redatto da tale Avv. Cubeddu e sottoscritto dalle associazioni e pagato con i soldi dei cittadini, con tanto di VERI gazebo e banchetti stradali. Dov'eri tu ed il tuo partito, quando c'era bisogno di raccogliere fondi per tutelare questo nostro territorio? Visto quanto hai speso per la campagna elettorale, probabilmente sarebbe stato per voi una goccia nel mare. Perché allora non esporsi quando serviva alla cittadinanza, e non ad un tornaconto elettorale? Paura di compromettersi? Paura di rovinare equilibri già precari?

Non serve ora riempirsi la bocca con questo "stop al TMB" che campeggia su tutti i manifesti se poi nei fatti non si è mai lottato veramente e fianco a fianco! NON vi abbiamo mai visto nelle piazze, sotto la Regione, all'Inviolata, né in nessun luogo ad urlare insieme a noi contro il sacrosanto diritto alla salute!!

Ora è tardi, troppo tardi per chiedere aiuto ai cittadini per cercare di risollevare le sorti di Guidonia. Lo avreste potuto fare votando Movimento 5stelle, unico movimento civico che non ha nessun interesse da difendere se non quello di perseguire il bene comune. Ma le vostre strategie, i vostri progetti, così come quelli di Rubeis, sono altri e lontani dall’interesse pubblico!
Ti invito quindi, quando vuoi cercare un colpevole dell'attuale situazione in cui versa il nostro comune, dopo esserti guardato attorno, a guardare anche nello specchio.
 

Noi stavolta saremo all'opposizione, anzi la faremo la vera opposizione! Un' opposizione costruttiva ma irremovibile, che porterà avanti le istanze degli oltre 7000 elettori che hanno sperato in un cambiamento. Ribadisco dunque, ciò che abbiamo già avuto modo di esprimere nel nostro ultimo comunicato stampa, "Il nostro voto non ci sarà al ballottaggio. Non prenderemo posizione rispetto ad alcuno dei contendenti, di cui contestiamo l'operato politico ed amministrativo, come fatto in tutto il corso della campagna elettorale".


I cittadini ti ringraziano qualora vorrai prestargli attenzione.

Commenti

Post popolari in questo blog

Ordinanza cautelare e decreto sequestro

SABATO 11 GENNAIO 2014       ordinanza cautelare e decreto sequestro. rifiuti Roma Latina 1a parte Cerroni Landi Rando Sicignano Fegatelli De Filippis Giovannetti   N. 7449/2008 R.G.N.R. N. 13928/2008 R.G.GIP T R I B U N A L E O R D I N A R I O D I R O M A   SEZIONE DEI GIUDICI PER LE INDAGINI PRELIMINARI - UFFICIO 5° (tel. 0638792047 – fax 0638792548) ORDINANZA APPLICATIVA DI MISURE CAUTELARI PERSONALI   E DECRETO DI SEQUESTRO PREVENTIVO - art. 272 e seg., 321 c.p.p. -    Il giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale Ordinario di Roma, ufficio 5°, dott. Massimo Battistini, letti gli atti del procedimento penale recante i numeri suindicati nei confronti di:   1. 1. CERRONI Manlio nato il 18 novembre 1926 a Pisoniano (RM) , ivi anagraficamente residente in via Colle n. 42, residente di fatto in Roma, Piazzale Roberto Schuman n. 29, elettivamente domiciliato presso   l’avv. Giorgio Martellino con studio in Rom

I PROBLEMI DI MARCO SIMONE

RACCOLTE DI FIRME FINITE NEL DIMENTICATOIO: A MARCO SIMONE CHIEDONO SOLUZIONI PER TROPPI E GRAVI DISSERVIZI di Simona Boenzi Allagamenti, fogne che straripano, segnaletiche inesistenti, mezzi per il trasporto pubblico e scolastico che funzionano a metà, dossi e messa in sicurezza delle vie, marciapiedi che restano nei sogni dei residenti, scuole, parchi pubblici. Un elenco di disservizi lungo così solo per una circoscrizione che fa parte del comune di Guidonia Montecelio, terzo nel Lazio: Marco Simone. Un elenco di richieste e petizioni raccolte, indirizzate ai settori preposti, protocollate e finite nel dimenticatoio di qualche cassetto negli uffici comunali. Per l'ennesima volta i cittadini si ritrovano e ricominciano ad esporre tutto quello che non va. Lo hanno fatto anche stamattina a via Polibio, nel parco che loro stessi curano, una piccola isola "verde" per anziani e bambini e per incontrarsi e discutere. Ciò che preoccupa maggiormente è l'arr

Analisi ARPA Lazio sulla falda inquinata all'Inviolata di Guidonia

La situazione, dopo oltre sette anni di interventi è lontana dall'essere risolta, anche a causa di ritardi ed omissioni da parte dei vari soggetti istituzionali coinvolti. Leggi qui il comunicato:  http://www.aniene.net/ scarica/2019/ 2019-02-20_Comstampa-analis i-acque-falda-arpa.pdf